“Mammalitaliani”, gli Aprés La Classe mettono in piazza i mali del nostro paese

Una bella canzone di denuncia, ma non quelle in cui si spara nel mucchio. Accuse precise e circostanziate. Gli Aprés La Classe, gruppo ska del leccese, mette in piazza un ritratto impietoso dell’italiano di adesso visto con gli occhi degli stranieri. Non a caso il titolo del pezzo, “Mammalitaliani“, fa il verso alla famosa frase “Mamma li turchi“, risalente allo sbarco dei Mori in Sicilia. In alto c’è un live, il video ufficiale sta qui.

La canzone è la tracktitle di un album in collaborazione con Caparezza nel quale c’e una serie di gran bei pezzi, fra i quali anche “Dolore“, candidato al Premio Amnesty. Le etichette indipendenti e i personaggi lontani dal mainstream regalano sempre grandi cose. Soprattutto da noi, dove i giovani fanno fatica ad emergere anche se hanno talento: gli Aprés La Classe, per esempio, cantano dal 1996, eppure fanno ancora gran fatica ad uscire fuori. Magari non vi piace il genere, ma ascoltateli. Vale la pena, almeno per i testi.

You May Also Like