Ve lo ricordate Sascha? É tornato con “Good days”

A volte ritornano, quando meno te l’aspetti. Sascha Schmitz in Europa ce lo ricordiamo per un brano solo: If you believe” del 1998. Fu un successo notevole (un disco di platino e cinque d’oro) anche in Italia ebbe un ottimo riscontro, arrivando sino al quarto posto. Poi di lui si sono perse le tracce, anche se in realtà non ha mai smesso di incidere dischi e fare musica. Il brano però gli è rimasto cucito addosso come una one-shot song.

Sascha

Di lui si tornò a parlare 12 anni fa, quando tornò in vetta nella natìa Germania sotto le mentite spoglie di Dick & The Brave (doppio platino), poi di nuovo alterne fortune. Sino al rilancio recentissimo in patria, dove ha preso parte a “Sing meinen song Das Tauschkonzert”, un talent show che ha rimesso in gioco cantanti celebri in una sorta di grande happening dove ci si scambiano le canzoni.

Sull’onda di quel programma (e del successo della compilation del programma, prima in classifica) è arrivato “The one”, il nuovo album, trainato dal singolo “Good Days“, che lo riporta nell’airplay nazionale. Che dire, per chi lo conosceva dal 1998, oggi è cambiato parecchio: una nuova ripartenza, a caccia di un nuovo trampolino. La partenza nelle charts, a dire il vero, è stata però parecchio fredda.

 

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cattolico, cittadino d'Europa, sinceramente Liberaldemocratico. Già speaker radiofonico. Ha scritto e scrive di cronaca, sport, economia e sociale per giornali nazionali e locali per vivere; scrive di musica su siti e blog per sopravvivere.

You May Also Like