Alla scoperta delle ViaGra, il ciclone sexy pop ucraino

Il pezzo ha già qualche mese ma merita di essere ascoltato, perchè è uno di quelli che no, proprio non ce la fai a star fermo sulla sedia. E ci permette soprattutto di gettare un occhio in un mondo, quello delle produzioni della zona ex sovietica, che su queste colonne è ancora discretamente inesplorato. “U mena polyavisya” (Ho un altro), è l’ultima fatica del trio russo-ucraino delle Via Gra, qui in collaborazione con Vaxtang.

VIA GRA

Il progetto Via Gra, qualche anno fa lanciato a livello internazionale come Nu Virgos, è stato in Ucraina una vera e propria fucina per le giovani artiste: da qui è partita, per esempio Svetlana Loboda, poi nel 2009 rappresentante ucraina all’Eurovision; Vera Brezneva è oggi una best selling artist nel mondo russofono, mentre ha intrapreso una buona carriera solista anche Santa Dimopoulos.

Dal 2001 l’operazione capitanata da Konstantin Meladze, compositore russo-georgiano, pur cambiando spesso componenti, ha fruttato qualcosa come 6 milioni di copie non solo nel mondo russofono ma anche in Israele e in Giappone: questo brano ha raggiunto la vetta in Russia e in Ucraina. Il nuovo album è in lavorazione.

You May Also Like