L’Eurovision perde un Paese: Romania espulsa dall’EBU per morosità!

La notizia è arrivata come una bomba ieri ed era nell’aria, ma sicuramente è di portata storica. La Romania è stata espulsa dalla EBU (European Broadcasting Union), l’ente delle tv pubbliche europeo. Sostanzialmente, per morosità, non avendo pagato 16 milioni di franchi arretrati. Una decisione senza precedenti perchè altri paesi che avevano avuto problemi erano sin qui stati aiutati (Grecia, Israele, Bosnia). Nel caso della Romania, però, a quanto dice l’EBU, è mancato anche lo sforzo per provare a risolvere i problemi.

TVR

Il primo effetto immediato è l’esclusione dall’Eurovision Song Contest 2016, a cui avrebbe dovuto prendere parte Ovidiu Anton, con “Moment of silence” (dodicesimo a cantare nella seconda semifinale), ma la Romania perde a tempo indeterminato i diritti di trasmissione su qualunque cosa col marchio EBU (per intenderci: anche sul calcio). Ne parla in dettaglio il nostro sito partner Eurofestival News.

E’ partita immediatamente una petizione per chiedere a SVT, la tv organizzatrice dell’evento quest’anno, di consentire ad Ovidiu Anton di esibirsi almeno fuori gara e sarebbe almeno una ricompensa all’artista, che si è qualificato regolarmente vincendo la selezione nazionale e nulla c’entra in tutto questo.  Intanto, il fatto è storico: è la prima squalifica per debiti della storia eurovisiva, anche se non la prima in assoluto.

 

 

 

You May Also Like