“Je m’en vais”, il cantautore Vianney in rampa di lancio

A  soli 25 anni Vianney Bureau, in arte solo Vianney è consacrato come uno dei migliori artisti emergenti di Francia: due album di successo, un terzo appena uscito che porta il suo nome, appena schizzato in testa alla classifica, un disco d’oro e uno di platino, una premio alle Victoires de la Musique e uno agli NRJ Awards.

Oggi è di nuovo protagonista del’airplay e delle classifiche. “Je m’en vais” è un pezzo decisamente fresco ed orecchiabile, appena premiato alle Victoires de La musique, che lo inserisce in quel filone della varietè che ha già incoronato, per esempio, artiste come Joyce Jonathan, con la quale lui ha anche debuttato.

Che sia un nome fuori dal comune è certo: figlio di melomani, diplomato in moda, lanciato da un produttore assai celebre in Francia, oggi fa tutto da solo, compreso editare i dischi con una etichetta che si chiama “Tot ou tard”

Nel 2015 vince un premio dell’emittente W9 (del gruppo M6) mettendo in fila gente come Christine and the Queens, Indila, Black M, Irma, The Dø, Camélia Jordana, Peter Peter, Brigitte e Adrien Gallo, ma si è reso protagonista anche di progetti sui generis, come un tour della Francia in scooter elettrico, dormendo all’addiaccio e facendosi aiutare dai residenti per ricaricare il mezzo.