Eurovision Song Contest 2017, completata la line up: ecco cantanti e canzoni

Conclusa la fase di selezione delle canzoni, si completa così l’elenco dei partecipanti e dei rispettivi brani, tutti ufficialmente consegnati all’EBU durante il meeting dei capidelegazione. Tutte svelate, meno l’Armenia che aspetterà sabato.  Selezionata anche la posizione di uscita dell’Ucraina padrona di casa che come tale ha beneficiato del sorteggio: ha pescato il numero 22 (su 26). Facciamo il punto della situazione insieme al nostro sito partner Eurofesival News

LA SCHEDA DI BENGTSSON E IL RACCONTO DELLA FINALE DEL MELODIFESTIVALEN

L’Islanda si affida ad un’artista consumata, con una carriera avviatissima anche negli States, Svala Bjorgvinsdottir, che propone un pezzo estremamente contemporaneo e radiofonico, “Paper”. Finale stravinta,da favorita e terra dei Geyser che si candida ai piani alti

LA SCHEDA DI SVALA

La band elettropop dei Fusedmarc, con oltre 12 anni di esperienza rappresenterà la Lituania che finalmente si propone con un pezzo a sua volta contemporaneo e meno eurovisivo che si accompagnerà ad una performance anche visuale.

LA SCHEDA DEI FUSEDMARC

La finale del Melodi Grand Prix norvegese regalerà una bella sfida, quella di portare in concorso un pezzo modernissimo ma lontanissimo dalla rassegna come “Grab the moment” del dj Jowst, Joakim With Steen, produttore musicale emergente di Oslo, che ha scelto la voce dell’ex finalista della prima edizione norvegese di The Voice Aleksander Walmann

LA SCHEDA DI JOWST

 La Russia sta già facendo discutere per la scelta di aver portato in terra ucraina, dove aveva minacciato di non andare per la questione ancora aperta della Crimea una cantante affetta da atrofia midollare spinale, Julia Samoylova. Ma quello che fa più discutere sono state le sue dichiarazioni a favore dell’invasione russa della Crimea e il fatto che rischi di non poter entrare in Ucraina (e quindi gareggiare) se dovesse finire nella black list del Paese.

LA STORIA DI JULIA SAMOILOVA 

Per la Bulgaria, invece, un record: il primo cantante nato negli anni 2000, vale a dire Kristian Kostov, talento adolescenziale emergente. “Beautiful mess”. Di lui si dice già benissimo.

LA SCHEDA DI KRISTIAN KOSTOV

Di San Marino e dell’accoppiata Valentina Monetta-Jimmie Wilson, abbiamo parlato stamattina. Presentate infine le canzoni di Dihaj per l’Azerbaigian (“Skeleton”), Slavko Kalezic per il Montenegro (“Space“), Jana Burceska per la Macedonia (“Dance alone“), Tijana Bogicevic per la Serbia (“In too deep“) e Brendan Murray (“Dying to try”), Resta da presentare solo il brano armeno, “Fly with me”.

PRIMA SEMIFINALE (in azzurro la seconda metà serata)

SECONDA SEMIFINALE (in azzurro la seconda metà serata)

PAESI GIA’ FINALISTI