0

Eurovision 2017, prima semifinale: i dieci brani qualificati

Un commento ai limiti dell’inascoltabile ha accompagnato su Rai 4 la prima semifinale dell’Eurovision Song Contest. Andrea Delogu e Diego Passoni, che dovevano essere anfitrioni appassionati e discreti, hanno invece portato a termine una serata all’insegna degli errori, del dileggio e di molto altro. La show invece, per fortuna è scivolato via senza particolari patemi e il risultato finale, ovvero le dieci qualificate, hanno confermato come stavolta la canzone ha avuto un peso maggiore sulla performance, se è vero che la belga Blanche, con uno dei pezzi migliori ma una delle peggiori a livello di esibizione, ha passato il turno, vedendo così premiato un pezzo che senz’altro risentiremo anche in qualche radio, data la contemporaneità.

Passa il turno Cipro, con la sua canzone prodotta dallo svedese G:Son, autore anche di “Euphoria”, il brano con cui Loreen vinse nel 2012, eliminati invece i finlandesi Norma John e l’islandese Svala, che pagano probabilmente i primi un pezzo difficile e la seconda una immagine ridondante al servizio di uno staging debole, pur in presenza di un pezzo valido. Ovazione per Salvador Sobral, è lecito attendersi – ma lo sapremo solo a rassegna finita- che possa aver stravinto la semifinale. Ecco nel dettaglio i qualificati, in ordine sparso

  • Moldavia- SunStroke Poject – Hey Mamma
  • Azerbaigian- Dihaj- Skeleton
  • Grecia- Demy – This is love
  • Svezia. Robin Begtsson- I can’t go on
  • Portogallo – Salvador Sobral – Amar Pelos dois
  • Polonia – Kasia Mos – Flashlight
  • Armenia – Arstvik – Fly with me
  • Australia- Isaiah – Dont’ come easy
  • Cipro – Hovig – Gravity
  • Belgio – Blanche – City lights

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *