Angèle, il nuovo fenomeno del pop belga è partito da Instagram

Galeotte furono le ‘storie’ di Instagram, il social network fortografico dove lei mescolava i due talenti appresi in casa: la musica e l’umorismo. In pochissimi mesi la belga Angèle Van Laeken è diventata virale e rapidamente è passata dalla rete alla musica vera e propria, mettendo a frutto anche i propri studi jazz. A 21 anni, col singolo d’esordio “La loi de Murphy” è diventata uno dei fenomeni del pop francofono.

Nonostante il fatto che il suo pezzo sia in gran parte in inglese, le radio hanno cominciato a suonarlo in sequenza, anche per la contemporaneità del sound e oggi per lei l’agenda è pienissima di concerti in giro anche per la Francia, oltrechè nel suo paese. E in classifica è schizzata dalla posizione di esordio numero 47 direttamente in top 20 in una sola settimana.

Musica e arte nel sangue, si diceva, perchè suo fratello Romeo Elvis è un rapper della scena francofona, suo padre Serge, meglio noto come Marka è un celebre cantautore belga e la madre Laurence Bibot è un’attrice. Il talento e le cose interessanti a livello compositivo si sentono, con ogni probabilità ne risentiremo parlare presto

 

You May Also Like