Eurovision Song Contest 2018, ultimi giorni per la presentazione dei brani: la situazione

  • Staff
  • 3 marzo 2018
  • Commenti disabilitati su Eurovision Song Contest 2018, ultimi giorni per la presentazione dei brani: la situazione

Ultimi giorni di selezioni e scelte prima che tutte le canzoni in concorso al prossimo Eurovision Song Contest debbano essere ufficializzate. O almeno, secondo quanto dice il regolamento, debbano essere presentate alla EBU. In quel giorno infatti i capidelegazione dei 43 paesi in concorso si ritroveranno per l’ultimo briefing a Lisbona e per quella data dovranno essere ufficiali tutte le canzoni, nelle versioni eurovisive. I singoli paesi che ancora non le avessero annunciate sono liberi di farlo qualche giorno dopo, purchè la canzone sia la stessa, senza variazioni, di quella consegnata nelle mani dell’organizzazione.

Ecco il punto della situazione con le ultime finali che sono state svolte:

  • In Romania, vittoria a sorpresa per la band esordiente dei The Humans, che ha messo in fila avversari più quotati e di maggiore esperienze, nella vicina Moldavia invece nessuna sorpresa e vittoria per il progetto dei DoReDos, che ha dietro un big eurovisivo come Filip Kirkorov

LEGGI LA SCHEDA DEGLI HUMANS SU EUROFESTIVALNEWS

LEGGI LA SCHEDA DEI DOREDOS

  • In Lettonia, successo per la cantautrice luso-lettone-brasiliana Laura Rizzotto con “Funny Girl”, mentre in Ucraina si è imposto il giovane Melovin, nome di fresca notorietà reduce da un talent show, che ha battuto la favorita Tatyanna. Avremo poi in gara il primo pezzo in lingua armena della storia: lo porta il vincitore della selezione Sevak Khanagyan, trionfatore nella finale nazionale dove non è arrivata la ex partecipante Tamar Kaprelian

LEGGI SU EUROFESTIVALNEWS LA SCHEDA DI LAURA RIZZOTTO.

LEGGI LA SCHEDA DI MELOVIN

LEGGI LA SCHEDA DI SEVAK KHANAGYAN

  • Scelte nella lingua nazionale anche nei festival di selezione in Serbia, Slovenia, Montenegro ed Ungheria, ma molto diverse: in Serbia vince la tradizione di Sanja Ilic & Balkanika, in Slovenia il sound moderno di Lea Sirk, in Montenegro il pop di Vanja Radovanovic, in Ungheria il gruppo hardcore degli AWS. La finale tedesca, sempre portatrice di ottimi pezzi  non si è smentita nemmeno stavolta: il biglietto per il Portogallo lo ha staccato Michael Schulte, una sorta di Ed Sheeran 2.0, nell’aspetto e nel sound.

LEGGI LA SCHEDA DI SANJA ILIC & BALKANIKA SU EUROFESTIVAL NEWS

LEGGI LA SCHEDA DI LEA SIRK

LEGGI LA SCHEDA DI VANJA RADOVANOVIC

LEGGI LA SCHEDA DEGLI AWS

LEGGI LA SCHEDA DI MICHAEL SCHULTE

Sono infine state annunciate due canzoni che si attendevano: produzione tutta svedese perFuego” di Eleni Foureira, in gara per Cipro, mentre i Paesi Bassi, che avevano scelto di riaffidarsi a Waylon, già secondo con The Common Linnets nel 2014, ha presentato cinque brani del suo album, scegliendo poi “Outlaw in ‘em“, dal sound rock.

PRIMA SEMIFINALE

PRIMA META’
Bielorussia  Alekseev  Forever  Inglese
Bulgaria
Lituania
Albania  Eugent Bushpepa Mall Albanese
Repubblica Ceca  Mikolas Jozef  Lie to me Inglese
Belgio  Sennek
Islanda
Azerbaigian  Aisel Mammadova  Azero, Inglese
Israele  Netta Barzilai
Estonia
SECONDA META’
Svizzera  Zibbz  Stones  Inglese
Finlandia   Sara Aalto  Inglese
Austria  Cesar Sampson Nobody but you Inglese
Irlanda Ryan O’Shaughnessy  Together Inglese
Armenia  Sevak Khanagyan  Qami  Armeno
Cipro  Eleni Foureira   Fuego  Inglese
Croazia Franka Batelic  Crazy  Inglese
Grecia  Yianna Terzi  Oneiro mou  Greco
Macedonia  Eye Cue  Lost and found  Inglese

SECONDA SEMIFINALE

PRIMA META’
Russia Yulia Samoylova
Serbia  Sanja Ilic & Balkanika  Nova Deca  Serbo
Danimarca  Rasmussen  Higher Ground   Inglese
Romania  The Humans  Goodbye  Inglese
Australia  Jessica Mauboy Inglese
Norvegia
Moldavia  DoReDoS  My lucky day  Inglese
San Marino
Paesi Bassi  Waylon   Outlaw in ‘em   Inglese
SECONDA META’
Montenegro  Vanja Radovanovic  Inje  Montenegrino
Svezia
Ungheria  AWS  Vyszlàt nyar Ungherese
Malta  Christabelle  Taboo Inglese
Lettonia  Laura Rizzotto  Funny girl  Inglese
Georgia  Iriao Georgiano
Polonia
Slovenia  Lea Sirk  Hvala, ne!  Sloveno
Ucraina  Melovin  Under the ladder  Inglese

PAESI FINALISTI DI DIRITTO

Francia Madame Monsieur Mercy Francese
Germania  Micheal Schulte  You let me walk alone  Inglese
Italia  Ermal Meta e Fabrizio Moro  Non mi avete fatto niente  Italiano
Portogallo  Portoghese
Regno Unito  SuRie  Storm  Inglese
Spagna Alfred y Amaya Tù cancion Spagnolo