Battiti Live 2018: in diretta da Melfi il racconto della quarta serata

Appuntamento a Melfi, in provincia di Potenza per la quarta serata del Battiti Live 2018, l’evento musicale organizzato da Radio Norba, l’emittente radiofonica di Conversano. Al timone come sempre il direttore Alan Palmieri insieme ad Elisabetta Gregoraci particolarmente splendente. Sotto il palco Maria Sole Pollio.

Rileggi il racconto della prima serata in diretta da Ostuni

Rileggi il racconto della seconda serata in diretta da Lecce

Si parte con Irama, fresco vincitore di Amici, diventato solo ora famoso nonostante un ottimo passaggio a Sanremo Giovani. “Plume“, il suo album, è tuttora primo in classifica. Canta Nera. Già detto della sua conversione al pop, che un po’ lo snatura, però è senz’altro bravo e il pezzo è molto radiofonico. Seguono le domande e ‘Un giorno in più‘. Non mi piace per niente questo pezzo.

Segue una Baby K su livelli di sensualità cosmici: Voglio ballare con te è il pezzo dell’anno scorso, dove c’è il featuring su disco di Andreas dei Dvicio. Tutto molto radiofonico.

A seguire Da zero a cento, reso ancora più popolare dal fatto di essere il jingle di una compagnia telefonica: è sicuramente uno dei pezzi caldi di questa estate e lei è sicuramente una che sa coinvolgere molto il pubblico, una delle pochissime rapper donne, la prima donna ad aver raggiunto 1 milione di iscritti su youtube.

Rileggi il racconto della terza serata in diretta da Andria

Poi Benji e Fede con Moscow Mule. “L’abbiamo fatto davvero, potremo dire io c’ero. Abbiamo preso un aereo e siamo saliti più in alto  più in alto del cielo“. Disco-di-platino. Mi astengo da commenti. Interviste, pubblicità e poi tornano con  Buona fortuna e Tutto per una ragione. E l’unica cosa bella è che arriva una splendente Annalisa per un featuring live. La cantante savonese resta sul palco, tocca a lei da sola.

Baby K

Perdonatemi ma ho un debole per questa artista dalla voce cristallina e dal volto dolcissimo. Bye Bye, il brano che dà il titolo all’album – firmato da Danti dei Two Fingerz-  non è una delle sue produzioni migliori, però lei è assolutamente magnetica e coinvolgente.

Situazione che emerge al meglio quando subito dopo canta la canzone terza classificata a Sanremo Il mondo prima di te. Intensa e intonatissima, cosa non sempre riscontrabile in eventi come questi. Dopo le interviste ecco Direzione la vita, scritto insieme a Raige e Davide Simonetta dei Caponord. Decisamente meglio delle title track.

Al rientro dopo la pubblicità il dj set dell’ospite fisso Gabry Ponte. Devo dire onestamente che con i suoi remix in salsa pop farebbe ballare anche i muri. A seguire Luca Carboni e la sua Una grande festa. Funziona tanto, ottimo rientro per l’evergreen bolognese. Prima però esegue Luca lo stesso.

Altro giro di grida belluine per Einar Ortiz, cubano di Brescia anche lui reduce da Amici. Va detto però che Notte d’agosto è proprio bella, fresca, estiva e radiofonica. Poi arriva Bianca Atzei con Risparmio un sogno scritta da Ultimo. Pezzo discreto – è cambiato l’autore, finalmente – male il live. Poi Ora esisti solo tu dal suo ultimo Sanremo. Ed è subito balera. Orticaria.

Einar

Segue Nesli con Viva la vita, ultimo singolo. Il cantautore marchigiano è adesso nella fase elettrorap crossover. Interessante. Se non altro prova sempre a cimentarsi con qualcosa di nuovo. Onore al merito. Segue La fine, mi piaceva l’anno scorso e continua a piacermi.

Dopo la pubblicità Maria Sole Pollio in console. No roots, Bambola e Dangerous life. Poi arriva Cristiano Malgioglio con Mi sono innamorato di tuo marito – cover di Maior Golpe Do Mundo di Deny e Dino – ed è subito momento trash. Mi chiedo perchè uno con la sua esperienza, che ha scritto alcune delle più belle canzoni degli anni 70-80 (per esempio ‘Testarda io’ di Iva Zanicchi e “L’angelo azzurro’ di Umberto Balsamo) si sia ridotto in questo modo (fra l’altro cantava in playback).

E se non vi è bastato il momento prosegue con Danzando Danzando, cantata – sempre in playback – con il conduttore radiofonico Fernando Proce (naturalmente come tutti i pezzi dell’album anche questo è una cover: Dançando della grandissima Ivete Sangalo). Imbarazzo profondissimo.

Malgioglio e Proce sono salentini, questo è anche il motivo della loro presenza, ovviamente, essendo Radio Norba una emittente pugliese.

Briga e il singolo Cosa ci siamo fatti. Male il live. Meglio  -poco – voce e chitarra in Sei di mattina.

A seguire Matteo Privitera in arte Vegas Jones con Malibu e il singolo che lo ha lanciato, con la partecipazione degli One Republic, Start again. Il primo pezzo è terrificante.

Alessio Bernabei new look col nuovo singolo Ti ricordi di me? e poi Noi siamo infinito. Bernabei è sempre lo stesso: non prende una nota nemmeno per sbaglio. Tremendo live, il peggiore della sera.

Chiusura affidata a Jake La Furia ormai convertito al rap latino. Bandita però è un bel pezzo, funziona. Lui ha cantato meglio altre volte.  El party con Alessio La profunda melodia su disco sui titoli di coda. Settimana prossima gran finale a Bari.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cattolico, cittadino d'Europa, sinceramente Liberaldemocratico. Già speaker radiofonico. Ha scritto e scrive di cronaca, sport, religione e sociale per giornali nazionali e locali per vivere; scrive di musica su siti e blog per sopravvivere.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: