Via ad X Factor 12, Asia Argento fuori dai live: il racconto delle prime audizioni

Parte l’edizione 2018 di X Factor 2018: quattro giudici, uno nuovo ovvero Asia Argento. Ma la attrice, come nei giorni scorsi era stato anticipato e come oggi è stato confermato nell’anteprima dal conduttore Alessandro Cattelan, non prenderà parte ai live, esclusa dopo il suo coinvolgimento in una vicenda relativa che nulla ha a che fare con la musica: Sky ha deciso comunque di sostituirla prima che sia chiarita la sua posizione, non è ancora stato annunciato il nome del sostituto, che dovrà prendere in carico una squadra già formata. Restano Manuel Agnelli, Mara Maionchi e Fedez.

 La migliore della sera è Elena Piacenti, 18 anni, che interpreta con grande intensità Io che amo solo te di Endrigo suonando l’hukulele: grande commozione da parte di tutti e quattro i giudici, Mara Maionchi e Asia Argento piangono: quattro sì in coro.  E’la puntata dell’anima e delle storie forti: Alex Cliff, il rapper mascherato mette dentro il suo inedito Bambino la sua storia triste di figlio di un genitore alcolizzati: il pezzo però è molto bello, un crossover intelligente e radiofonico, funziona. Come quello dei Moka Stone: anche in questo caso c’è un crossover intelligente, raccoglie solo tre si perchè a Fedez ricorda troppo Salmo.

Bene anche Jennifer Milan, che si è formata negli Stati Uniti e canta con un suo stile molto personale un pezzo di Sia. Voce non originalissima, ma grande intensità. Funziona ed è promosso Emanuele Bertelli, che apre la trasmissione eseguendo al pianoforte Human dei Killers. Avanti anche i folignati Darsteller che cantano una versione rock di Cuore matto: “Ma il bassista canta meglio del cantante“, dice Asia Argento. Bene anche lo spoletino Mattia Lezi, laureato in agraria, con l’inedito ‘campestre’ ed ironico “L’orto“.

Valentina Attili ha 16 anni ed una voce da cartone animato, ma quando si mette al piano, cantando un inedito sulla ‘cherofobia’, ovvero la paura di essere felici, impressiona soprattutto per il testo molto maturo per la sua età: “Sei un’anima bellissima” dice la Argento. Interessantissima. Sharol Dos Santos, romana di origine capoverdiana, canta Jennifer Hudson in uno standard delle audizioni And I am telling you: urla abbastanza, però molto brava. Pubblico in visibilio.

I Seveso Casino Palace meriterebbero l’esclusione solo per aver scelto di cantare Ricchi per sempre dell’inutile Sfera Ebbasta. Poi però li senti cantare una versione rock, lei ha una voce fortissima, molto graffiante. Molto bravi.

CHI NON FUNZIONA Imbarazzante il controtenore stonato Gabriele Jansen su The rhytm of the night di Corona: “Non ho mai sentito cantare così male un pezzo così brutto” dice Manuel Agnelli e ha ragione. I gemelli Portale invece rovinano Rosso Relativo di Tiziano Ferro: “E’la versione meno sexy di questo pezzo che ho sentito, raffreddapassere“, dice Manuel Agnelli. “Sembra il coro degli alpini” commenta la Maionchi. Asia Argento ci mette il carico: “Sei antico, sembri gli Everly Brothers”.

Andrea Biondini Campoli  canta i Black Sabbath, “ma sembra il villaggio vacanze”. Blanche ci provano con Habibi di Ghali: “da piano bar”, dice Asia Argento. Malissimo. Eliminati anche Ekaterina Morozova, Sergio Melone, Valentina Ciccone che distrugge Novembre di Giusy Ferreri.  Atun Srymatyun arriva dallo Sri Lanka, vive a Ischia, fa la casalinga e canta Massimo Ranieri. Fa tenerezza, ma oggettivamente non si può sentire. I giudici le danno quattro sì, il pubblico si esalta. Mah. Valentina Damiani ha Jennifer Lopez come modello ma non sa l’inglese: “Lesghellau“. Balla male, canta peggio. Fuori anche Alessandra Damiani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *