Battiti Live 2019, in diretta da Bari il racconto della serata finale

Ultima puntata di Battiti Live 2019 dal Molo San Nicola di Bari. Al timone della manifestazione organizzata da Radio Norba il direttore artistico dell’emittente Alan Palmieri e una Elisabetta Gregoraci stasera sostanzialmente in body. Maria Sole Pollio in lungo rosa e borsetta a bordo palco.

Si parte con la salentina doc Alessandra Amoroso che esegue “La stessa” (subito problemi tecnici con la base) e poi “Forza e Coraggio” (anche qui continuano ad esserci problemi e lei chiede di ricominciare). Il vestito a fiori è deliziosissimo e le sta una meraviglia. Confesso che non mi piace il suo modo di cantare, non mi è mai piaciuto, però i pezzi sono freschi e radiofonici. Sono già dieci anni di carriera per lei, uno dei primi ‘prodotti’ di successo di Amici. Come passa il tempo.

Come previsto, resta sul palco per duettare con Boomdabash in Mambo  Salentino (canta tutta la piazza). Poi il gruppo da solo esegue la hit che ha portato a Sanremo, Per un milione. Molto più bella, senza dubbio.

RILEGGI IL RACCONTO DELLA PRIMA SERATA DA VIESTE

RILEGGI IL RACCONTO DELLA SECONDA SERATA DA BRINDISI

Alessandra Amoroso

Stasera grandi ospiti internazionali. La prima è LP, al secolo Laura Pergolizzi. Girls go wild è un pezzo fortissimo, anche se non ha avuto la stessa eco di quello che ha lanciato nel mainstream l’artista italo-americana, Lost on you. A seguire, Shaken. Per ultima, la citata hit. Tutto, rigorosamente dal vivo. Giù il cappello.

Dopo la pausa, i Maneskin. Cominciano con la delicata Torna a casa, canta tutta la piazza. A seguire L’altra dimensione. Marlena, portali a ballare, ma poi torna a casa… Tocca a Fabrizio Moro, con la versione ad una sola voce di Non mi avete fatto niente. Quindi voce, pianoforte e chitarra per un medley che comprende Pensa, Portami via. Intervista e poi Ho bisogno di credere, il nuovo singolo.

Elodie con Margarita, con Marracash su disco. Ci fosse un premio come al Festivalbar, credo vincerebbe a mani basse. Subito dopo Pensare male, senza The Kolors, con lei che fa anche una parte di Stash. Infine, Nero Bali, sempre da sola. Quindi Francesco Gabbani, che presenta il nuovo singolo E’ tutta un’altra cosa, molto molto estivo e orecchiabile, quasi dal sapore sixties. Poi il brano di Sanremo ed Eurovision, Occidentali’s Karma.

RILEGGI IL RACCONTO DELLA TERZA SERATA DA TRANI

RILEGGI IL RACCONTO DELLA QUARTA SERATA DA GALLIPOLI

Annalisa

Si riparte con l’EDM dei francesi Ofenbach, fra i migliori esponenti attuali del settore. Be mine, Katchi e l’ultima Rock it nel medley. Decisamente riempipista. Poi una strepitosamente sensuale Annalisa, insieme a Mr.Rain con Un domani e poi da sola per Avocado toast. Il vestito di stasera (quello in foto) è vietato ai deboli di cuore. A seguire Achille Lauro, con Rolls Royce e subito dopo 1969. Sicuramente la rivelazione dell’anno.

Si riprende col Dj Set di Gabry Ponte, che remixa persino Felicità di Al Bano e Romina. Poi purtroppo arriva Elettra Lamborghini. Pem pem è forse la canzone più brutta degli ultimi 15 anni. E’ inclusa nel medley insieme a Fanfare ft Gue Pequeno e  Tocame. Torniamo a sentire buona musica con Francesco Renga: Prima o poi e Il mio giorno più bello nel mondo. C’entra poco, con un evento come battiti, ma è sempre un piacere ascoltarlo. Non impazzisco per la sua musica, ma il suo modo di cantare è molto bello e te la fa apprezzare.

Achille Lauro e Boss Doms

 

Torna sul palco Mr. Rain, che forse alcuni ricorderanno insieme ad Osso rifiutare X Factor per non sottoscrivere l’esclusiva (se non ve lo ricordate, potete rileggerlo qui). Canta Hypernova. Dopo la pausa, Max Pezzali con Welcome to Miami, il nuovo singolo e il grande classico dei tempi degli 883 Sei un mito. Preferisco questo secondo pezzo. Poi, da non credere, Valeria Marini. Si, avete letto bene. Valeria Marini e il suo reggaeton di bassa lega, Me gusta. Ovviamente in playback.  Aridatece Malgioglio.

Questo fatto che ci sono degli stacchi extra perchè le repliche su Italia1 hanno una pubblicità diversa crea non pochi problemi. Per esempio, viene annunciata Joey Funboy, al secolo Giorgia Bertolani, ex concorrente di X Factor (arriva sino al bootcamp) prima del social wall e dello stacco, lei esce e deve rientrare, la sua faccia è tutta un programma. Il pezzo che presenta dopo, La rockstar, però è interessantissimo. La Dark Polo Gang, a seguire. Sex on the beach e Cambiare adesso. Credo il punto più basso toccato da Battiti Live, con la loro presenza. Chiusura, per fortuna, di nuovo con Gabry Ponte.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cattolico, cittadino d'Europa, sinceramente Liberaldemocratico. Già speaker radiofonico. Ha scritto e scrive di cronaca, sport, religione e sociale per giornali nazionali e locali per vivere; scrive di musica su siti e blog per sopravvivere.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: