X Factor 13: vanno in finale La Sierra, Sofia Tornambene, Davide Rossi e i Booda

Semifinale di X Factor, con due manches, la prima classica, con le assegnazioni dei giudici, la seconda con brani scelti dagli stessi ragazzi. Ballottaggio fra Booda ed Eugenio Campagna, esce quest’ultimo. Giovedì finalissima al Mediolanum Forum di Assago. Il resoconto della semifinale

Prima Manche

UOMINI 16-24 ANNI (coach Malika Ayane)
Davide Rossi (Toxic di Britney Spears): Se dai Britney Spears a uno che canta e suona il piano, viene fuori per forza una cosa che non c’entra niente col brano. L’arrangiamento lo riduce ad un pezzo funk che non si adatta nè a questo pezzo, nè a lui.

DONNE 16-14 ANNI (coach Sfera Ebbasta)
Sofia Tornambene (Human Nature di Micheal Jackson): Questa ragazza è straordinaria: qualunque cosa lè dai da cantare, ci si infila dentro alla perfezione. Convincente e divertente.

OVER 25
Eugenio Campana (Una buona idea di Niccolò Fabi): Sicuramente diverso dalla scena indie nel quale lui si colloca, sono d’accordo con Malika Ayane sul fatto che urli inutilmente. Bravo, ma potrebbe fare molto meglio. Va al ballottaggio.

GRUPPI (coach Samuel)
Booda  (Dibby Dibby Sound di DJ Fresh & Ms Dynamite): Cassa dritta rullante, grande energia, elettronica a manetta. E’ il loro mondo, poco da dire.
Sierra (Born Slippy, Nuxx degli Underworld): Era una prova difficilissima, su un pezzo quasi mitologico della musica elettronica, parecchio complicato da destrutturare. Ed infatti, non lo fanno del tutto, mantenendo il ritornello inglese e calandosi nel pezzo. Molto bravi

Seconda Manche

Manche rapida, con le canzoni in sequenza, scelte dai ragazzi stessi. Siamo quindi di fronte a brani che conoscono bene, quasi a cavalli di battaglia. Ovviamente qui le performance sono tutte piuttosto valide, con brani nelle loro corde. Ballottaggio per i Booda. Di seguito i brani scelti:

Davide Rossi (Uptown funk di Bruno Mars)
Sofia Tornambene (Love of my life dei Queen)
Booda (Level up di Ciara)
Sierra (Ni ben, ni mal di Bad Bunny)

Ballottaggio

Eugenio Campana (Globo di Eugenio Campagna) vs. Booda (Milf Money di Fergie):Il cantautore romano sceglie a sorpresa di cantare un suo brano, decisamente insolito per una sfida del genere. Bravi entrambi, i Booda sono senz’altro più internazionali, Campagna rientra in un filone indie già molto sentito di questi tempi.

 

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cattolico, cittadino d'Europa, sinceramente Liberaldemocratico. Già speaker radiofonico. Ha scritto e scrive di cronaca, sport, religione e sociale per giornali nazionali e locali per vivere; scrive di musica su siti e blog per sopravvivere.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: