Eurosonic Noorderslag 2020: a Groningen cinque giorni coi nomi emergenti della musica europea

Tutto pronto per l’edizione 2020 dell’Eurosonic Noorderslag. Alle 19.30 si accendono le luci sul più grande showcase festival d’Europa, che ogni anno è ospitato in varie location della città di Groningen, nei Paesi Bassi. Quasi tutti i paesi europei saranno rappresentanti sul palco, più alcuni artisti paneuropei per uno show che non sarà visibile in diretta ma che sarà interamente disponibile sia sul canale youtube ufficiale che sulla pagina facebook ufficiale.

L’evento è organizzato dall’omonima associazione, insieme con varie radio europee, in collaborazione col Reperbahn Festival, sotto l’egida di EBU e Commissione Europea.  L’Eurosonic Noorderslag dal 1996 è un assoluto punto di riferimento per scoprire tutto quello che c’è di nuovo e di bello nella musica. Da domani al 19 gennaio una lunga serie di concerti e non solo. Il 17 gennaio saranno annunciati i vincitori della seconda edizione del Music Moves Europe Talent Awards, il premio che ha preso il posto degli EBBA Awards e che ogni anno incorona i migliori emergenti d’Europa,  scelti da una giuria di esperti e anche il Public Choice, scelto dal pubblico a colpi di click.

ECCO I CANDIDATI 2020 AI MUSIC MOVES EUROPE TALENT AWARDS

ITALIANI.  Saranno dieci gli italiani che si esibiranno nella rassegna. Oltre ai Meduza, che sono candidati al premio internazionale, il nome più mainstream è quello dei Bowland, quarti classificati nell’edizione 2018 di X Factor. Ci saranno poi Ponzio Pilates, Eugenio Post Meridiem, Bruno Barota, Khalab, Julian Zyklus, Emmanuelle,  Rev Rev Rev e The Gluts.

NOMI NOTI. Ci sarà il vincitore dell’ultima edizione dell’Eurovision Song Contest Duncan Laurence, a guidare la ovviamente ricca pattuglia olandese che presenta anche Davina Michelle, già leader delle charts.  Presenti anche alcuni artisti belgi sulla cresta dell’onda come Blanche, quarta all’Eurovision 2017, Geike Arnaert, ex voce degli Hooverphonic, Lous and The Yakuza, Charlotte Adigery (anch’essa in gara per il premio, ne aveamo parlato qui) e il dj Zwangere Guy. Ci saranno anche gli sloveni Zalagasper, meglio noti come Zala Kralj & Gasper Santl, quinti quest’anno all’Eurovision  e rivelazione dell’anno; l’austriaca  Conchita Wurst, vincitrice dell’Eurovision 2014, che presenterà la sua nuova veste EDM col solo nome d’arte di Wurst;  Celeste, fresca vincitrice del BBC Sound of 2020 ed altri artisti dei quali avevamo parlato come la lituana Beatrich, la svizzera Veronica Fusaro, il finlandese Jesse Markin, i lussemburghesi Seed to Tree.

LEGGI LA LINEUP COMPLETA 

Inoltre saranno assegnati una serie di premi accessori, fra i quali il Talent of the North, dedicato al nome emergente del Nord Europa, il Festival Awards, assegnato fra i partecipanti alle varie rassegne europee e il Pop Media Prijs, premio della critica dedicato alla musica pop.

FUCINA DI TALENTI. Un evento, quello olandese, che nel corso degli anni ha visto passare sul palco molti artisti allora sconosciuti al mainstream ma poi sbocciati. Alcuni nomi su tutti; Era Istrefi, Lisa Hannigan, Anne Marie, Hozier, Melanie De Blasio, Bastille, Jessie Ware, Alvaro Soler, Aurora sino ad arrivare all’ideatore di The Voice Van Velzen, Selah Sue e alla band degli Hooverphonic.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: