Zoe Wees, la musica come terapia contro l’epilessia: il singolo d’esordio è virale

Ogni tanto la musica offre storie che vanno oltre il singolo successo discografico. Quella di Zoe Wees è una storia di resilienza, lotta e rivincita. Classe 2003, la giovane cantautrice nata negli Stati Uniti ma cresciuta alla periferia di Amburgo ha sofferto di una grave forma di epilessia che oltre a toglierle la serenità le ha instillato la paura di perdere il controllo di sè stessa.

La musica è stata la sua valvola di sfogo: come molti della sua età ha cominciato su TikTok e su Instagram, poi però una serie di endoresement di personaggi come Lewis Capaldi – che ha condiviso la sua versione di ‘Somone you loved” – Tom Walker e Jessie J l’hanno catapultata nell’airplay. Il suo singolo d’esordio, “Control“, che porta anche la sua forma, è una struggente power ballad sull’epilessia, nel quale  spiega le conseguenze causate da questo male come depressione e perdita di controllo, paura che l’ha costantemente accompagnata da piccola.

“La malattia era più forte di me e ha lasciato cicatrici che ora sono diventate parte di me  anche accettarle ha richiesto molto tempo, ma ora mi rendono ciò che sono: una combattente.”

Parole forti, che si riflettono nella sua voce graffiante e sofferta ed in un testo molto potente e diretto. Il brano, benchè pubblicato da una piccola etichetta indipendente, è subito schizzato nell’airplay di mezza Europa ed anche in Italia sta girando molto. Tenete d’occhio questa ragazza, ne risentiremo parlare.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: