“Wake up Romeo”, il grande ritorno di Caro Emerald

Cari amici che siete in visione, alzatevi dalla sedia e mettete al massimo il volume delle casse perchè no, non riuscirete ad ascoltare “Wake up Romeo” senza muovervi. Caro Emerald riemerge dopo un paio di lavori di non grande riscontro discografico e lo fa con un uptempo che ci rimanda direttamente al jazz, allo swing  e al dixieland degli anni d’oro, ovviamente annaffiato nel pop. Il singolo introduce il nuovo album omonimo dell’artista olandese, in uscita entro fine anno. Qui potete vedere anche un live.

Siamo stati fra i primi a suo tempo a parlare del fenomeno Caro Emerald, quando ‘A night like this”, lanciata in Italia dalla pubblicità di un celebre liquore, si apprestava a spaccare le classifiche di tutta Europa trascinando l’album “Deleted scenes from the cutting room floor” a battere una serie di record, diventando fra l’altro – in patria – l’album col maggior numero di settimane al primo posto della storia (battendo ‘Thriller’ di Micheal Jackson, mica roba da poco) e vincendo qualunque cosa nel resto (15 dischi di platino di cui uno continentale, oltre 3 milioni di copie)

A Caro Emerald va riconosciuto di non aver mai ceduto troppo al pop e di aver mantenuto il suo genere di nicchia, anche a discapito di qualche riscontro discografico. Ne abbiamo seguito il percorso, con i singoli “Quicksand” e “The ghost of you” con quest’ultimo che segnava  la deviazione su sonorità ancora più ricercate, quelle dell’EP “Emerald Island”, che riporta in auge la exotic music molto popolare  a metà del secolo scorso (“Tahitian skies” ne è un esempio)

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: