Music Moves Europe Talent Awards 2020, fra i 16 candidati l’italiana Julia Bardo, Nea e Lous and the Yakuza

  • Staff
  • 18 Settembre 2020
  • Commenti disabilitati su Music Moves Europe Talent Awards 2020, fra i 16 candidati l’italiana Julia Bardo, Nea e Lous and the Yakuza

Sono stati annunciati al Reperbahn Festival di Amburgo i 16 candidati all’edizione del Music Moves Europe Talent Awards, il premio creato con la co-partecipazione del Creative Europe programme, dedicato ai nomi emergeti della musica europea che da qualche anno ha preso il posto degli EBBA Awards. Non più solo esordienti, ma anche artisti con qualche produzione in rampa di lancio. Gli 8 vincitori saranno annunciati come sempre il 15 gennaio 2021, all’Eurosonic Norderslaag di Groningen,  il più importante showcase festival d’Europa, durante il quale si esibiranno anche alcuni di loro.

A selezionarli una giuria composta da Huw Stephens di BBC Radio 1, Katia Giampaolo, amministratrice delegata dell’Estragon di Milano, Wilbert Mutsaers di Spotify Benelux e Julia Gudzent, a capo del Melt! e di Lollapalooza Berlino. Presidenti di giuria Robert Meijerink, capo dell’Eurosonic e Bjørn Pfarr, capo del Reperbbahn Festival. In palio 10.000 euro da spendere nella promozione della loro carriera per gli otto vincitori più altri 5000 per il vincitore del Public Choice, che sarà scelto dai fan di tutta Europa. Sarà possibile votare a partire dal 18 settembre fino al 7 gennaio utilizzando esclusivamente il sito ufficiale del Music Moves Europe Talent Awards.

I CANDIDATI. Ci sono due nomi già passati da questo sito: la belga Lous and the Yakuza e la svedese Nea, resa celebre dal remix di ‘Blue’ degli Eiffel 65 e c’è l’italiana Julia Bardo, giovane cantautrice pop trapiantata a Manchester. La lista completa dei 16 artisti in nomination:

  • ALYONA ALYONA (Ucraina): ex insegnante, nuova stella del rap dell’est europeo, si esibisce rigorosamente in lingua ucraina
  • BRATRI (Repubblica Ceca): duo elettronico di grande popolarità nella scena indie
  • CALBY (Danimarca): cantautore pop che incide utilizzando vecchi registratori ad otto piste e microfoni a tubo
  • CRYSTAL MURRAY (Francia): diciottenne parigina di origine ispano-americana che si posiziona fra il jazz, il pop e l’elettronica
  • INHALER (Irlanda): sonorità elettroniche ed in parte retrò per questo gruppo emergente irlandese
  • JULIA BARDO (Italia): fresca di EP di debutto, canta in inglese e si propone su sonorità elettroniche molto interessanti
  • LINA_RAUL REFREE (Portogallo): l’incredibile fusione fra un produttore, soprattutto di musica urban ed elettronica ed una giovane fadista
  • LOUS AND THE YAKUZA (Belgio): il più famoso e premiato dei nomi in gara, il suo primo album è in uscita in autunno
  • MELENAS (Spagna): Due album per questo gruppo spagnolo al femminile elettropop dalle sonorità vintage.
  • MERO (Germania): 600 milioni di streaming per l’album d’esordio di questo rapper tedesco di origine turca
  • MY UGLY CLEMENTINE (Austria): Rock al femminile, sonorità fresche e pulite
  • NEA (Svezia): autrice e produttrice, ha scritto per Tove Styrke, Tinie Tempah, Grey, Zara Larsson e  Axwell
  • RIMON (Paesi Bassi): origini eritree per questa artista sospesa fra la urban e la trap che racconta anche della sua esperienza come rifugiata
  • SASSY 009 (Norvegia):Sunniva Lindgård combina linee di basso potenti all’elettronica
  • SQUID (Regno Unito): Già protagonisti sia al Glastonbury che ad Eurosonic, sono uno dei nomi emergenti dell’indie britannico
  • VILDA’ (Finlandia): lo joik della Lapponia e la fisarmonica fusi insieme

Molti di questi artisti li scopriremo insieme nelle prossime settimane.

Il Music Moves Europe Talent Awards è organizzato da: ESNS e Reeperban Festival in collaborazione con Yourope, Indipendent Music Companies Association (IMPALA), International Music Managers Forum (IMMF), Liveurope, Live DMA, European Music Exporters Exchange (EMEE), Digital Music Europe (DME) e in media partnership con European Broadcasting Union (EBU), con il supporto del Dutch Ministry of Education, Culture and Science, Province of Groningen and the City of Groningen. I premi sono implementati con il contributo della Commissione Europea e finanziati da Creative Europe.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: