All Together Now, quarto live: eliminati gli Amabili, corsa a tre per la vittoria

Al quarto show, All Together Now non decolla ancora ma designa gli otto semifinalisti: l’italo-indonesiano Kam Chayadi, Dalila Cavalera ed Antonio Marino, per motivi diversi, sembrano destinati a giocarsi la vittoria, perchè in un concorso senza televoto vincono le voci migliori o più costanti. Intanto, escono di scena Gli Amabili.

PRIMA MANCHE

SELVAGGIO – Vieni da me de Le Vibrazioni. Dopo alcune esibizioni retrò una più fresca, ma sempre non particolarmente emozionante. Il muro continua a ritenerlo sempre un po’lontano dalle sue corde. MURO 63, la giuria lo porta a 75.

KAM “EKI” CAHAYADI Tappeto di fragole dei Modà. Parte col bonus. Un plauso per aver cantato in italiano, per la prima volta, un pezzo verboso per giunta. Però a me continua a sembrare poco originale. MURO 100. Tutto confermato.

SILVIA RITA IANNONE– Objection (Tango) di Shakira. Spiace davvero perchè si, non è stata forte, è vero e continua a non convincere e fra l’altro era molto impaurita dopo tre prove non del tutto positive. Ma appena 29 persone che si alzano dal muro è una disfatta immeritata. I giurati la portano a 45.

GLI AMABILI– I had the time of my life di Bill Medley & Jennifer Warnes. Parecchio scollegati, soprattutto all’inizio, ma l’esibizione mi sembra poco brillante anche rispetto ad altre prove loro. Stonature, poco amalgamati. MURO 47, giudici severi, scendono a 44.

ANTONIO MARINO- Io ti aspetto di Marco Mengoni. Parte col bonus. Meno brillante del solito. Molto attento alla tecnica, ma solo a quella, continua a risultare molto freddo. A livello discografico non sarà facile collocarlo. MURO 75 + 10, i giudici vanno su e giù si chiude a 90.

SECONDA MANCHE

DALILA CAVALERA- Bette Davies eyes di Kim Carnes. Plauso per essere uscito delle cose tradizionali ed aver proposto un classico del rock anni 90. Voce scura, profonda, intonata come una spada. La migliore per distacco. MURO 92, va 100 col bonus e ci resta

SAVIO VURCHIO- In alto mare di Loredana Bertè. Continuo a pensare che sia un ottimo cantante live ma che in una prospettiva discografica ci sia molto da dubitare. Poi per carità, canta bene. MURO 74+10, sale ad 85

BEATRICE BALDACCINI –Se piovesse il tuo nome di Elisa. Paragone molto difficile con l’originale, anche per la vocalità difficile dell’artista di Monfalcone. Lei però se l’è cavata bene, con tutti i pregi ed i difetti dei cantanti di musical. MURO 60, si chiude a 78.

DOMENICO IERVOLINO- La sera dei miracoli di Lucio Dalla. La sua prova migliore da quando è nello show. Pezzo di spessore che lui interpreta con intensità: rischia di sconfinare nell’emulazione ma si riprende. MURO 100. Confermato.

BALLOTTAGGIO

GLI AMABILI (Sarà perchè ti amo dei Ricchi e Poveri) vs BEATRICE BALDACCINI (L’amore è un’altra cosa): Amabili, preso fermarsi su questo genere che vi calza a pennello anche su differenze vocali. Beatrice Baldaccini alla sua prova migliore. Passa Beatrice Baldaccini 4-0.

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cattolico, cittadino d'Europa, sinceramente Liberaldemocratico. Già speaker radiofonico. Ha scritto e scrive di cronaca, sport, religione e sociale per giornali nazionali e locali per vivere; scrive di musica su siti e blog per sopravvivere.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: