X Factor 2023, trionfa l’elettronica con la calabrese SARAFINE

La musica elettronica trionfa ad X Factor 2023.  Ad alzare il trofeo è SARAFINE, al secolo Sara Sorrenti, 34 anni, che ha lasciato il suo lavoro in una multinazionale per dedicarsi alla musica ed in particolare alla produzione. L’artista e la sua loop station hanno conquistato il pubblico ed i giudici al termine di un percorso netto, senza mai andare al ballottaggio.

Dubstep, tecno, trap, drill, pop, a formare un electro-pop ipnotico. Questo il sound di SARAFINE, sicuramente la miglior producer al femminile in circolazione. Scrive, canta, produce, suona tutto in prima persona. Questo le permette di portare sul palco una performance completa a tutti gli effetti. Trionfo quindi per la squadra di Fedez, che ce l’aveva in squadra: in finale ha portato anche Maria Tomba (quarta classificata), mentre Dargen D’Amico aveva Ilsolitodandy  (terzo) e Stunt Pilots (secondi), con Ambra rimasta senza concorrenti.

Una vittoria, va detto, meritatissima  perchè sin dall’inizio è sembrata almeno due spanne sopra tutto il resto, ma anche per questo telefonatissima. SARAFINE è entrata in gara da favorita e ne è uscita col trofeo in mano. Ha vinto una cantautrice, una produttrice, che col suo singolo “Malati di gioia” ha conquistato tutti, ma anche con l’incredibile versione dell’Habanera, dalla Carmen di  Bizet, eseguita in francese e persino con la versione elettronica di un classico della cultura calabrese.

Nella prima manche i quattro finalisti hanno eseguito un medley con il loro best of, mentre nella seconda si sono esibiti in duetto con quattro artisti sui brani di questi ultimi.

Myss Keta per Maria Tomba su “Pazzeska”: già da sola canzone insomma, in duetto è un po’ un caos organizzato, anche se lei è molto brava. Operazione nostalgia per gli Stunt Pilots col ripescaggio del mitico Omar Pedrini, uno dei padri del rock italiano: “Sole spento” (anno 2001) è sempre un gran pezzo e loro ci stanno dentro bene, ma la cosa più bella e rivedere sul palco questo artista molto sfortunato.

Superlativa l’accoppiata Sarafine-Ofenbach su “Overdrive”, brano che sta scalando le classifiche in tutta Europa: Sarafine fa la parte che su disco è della statunitense Norma Jean Martine, che a suo modo è legata all’Eurovision: è lei ad aver scritto la parte inglese del testo di “No degree of separation”, portato in gara dalla conduttrice di X Factor Francesca Michielin all’Eurovision 2016. Ilsolitodandy diverte e si diverte con Francesco Gabbani su “Viceversa”.  Finale con la riproposizione dei loro inediti.

 

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cattolico, cittadino d'Europa, sinceramente Liberaldemocratico. Già speaker radiofonico. Ha scritto e scrive di cronaca, sport, economia e sociale per giornali nazionali e locali per vivere; scrive di musica su siti e blog per sopravvivere.

You May Also Like