0

“Gunshot”, il nuovo singolo di Lykke Li

Lykke-LiSull’onda del successo di “I follow rivers”, che per lungo tempo ha fatto parte delle classifiche europee e anche italiane  e dell’airplay continentale, sia nella versione originale che in molte altre, fra cover e remix, ritorna Lykke Li. La cantautrice svedese  ha da poco dato alle stampe “I never learn“, il suo terzo album. “Gunshot“, il singolo di lancio è un power pop molto interessante, che ne conferma le ottime doti.

Il singolo, che ha fatto il suo debutto in Radio nella giornata di ieri risulterà però da subito familiare a molti ascoltatori, che lo sentono nello spot della nuova Peugeot 108  programmato e in onda su molte radio da settimane. Ancora una volta la pubblicità fa da traino ad un brano, cosa che da  noi succede molto spesso. Il brano comunque merita e certo l’artista si conferma su ottimi livelli: la scalata all’Europa è cominciata.

Lykke Li – Gunshot (Official Video)

0

Charts: i 10 brani più suonati e scaricati in Europa (24/8/2014)

Calvin HarrisE’ sempre l’estate di Calvin Harris. Il dj scozzese, che si prepara già a lanciare nuovi tormentoni dance, intanto si gode il primo posto consolisato nella classifica dei brani più suonati dalle radio europee, che ovviamente corrisponde anche a quello dei brani europei. Top 10 airplay nella quale entrano di potenza i canadesi Rude con “Magic!” e rientrano Nico & Vinz.

Sul fronte delle vendite continua saldissimo il dominio della versione remix di “Prayer in C”  di  LIlly Wood & The Prick firmata dal dj tedesco Robin Schulz, ma qui la scalata più importante la sta facendo “Chandelier” della canadese Sia che si avvia ad essere una delle protagoniste di fine estate-inizio autunno. Sotto, dopo il salto tutte le classifiche ed il riascolto di “Am I wrong“.

Continue Reading

0

MTV Video Awards 2014, tre premi per gli artisti europei

MTV Wideo Awards 2014Dominio statunitense, come prevedibile, agli MTV Video Awards, gli Oscar dei video musicali organizzati dalla tv multinazionale MTV e assegnati a Los Angeles. Due soli premi per l’Europa, quello a “Sing” di Ed Sheeran, per il miglior video maschile,  quello al dj russo naturalizzato tedesco Zedd con “Stay the night” nella categoria Clubland, i video musicali della dancefloor, unica categoria con tutti artisti europei in concorso (DJ Snake & Lil Jon con  Turn Down For What, Calvin Harris con Summer, Martin Garrix con Animals, Disclosure con Grab Her) e il citato francese DJ Snake nella categoria miglior regia.

Poca Europa  fra le altre  nominations: “Stay with me” di Sam Smith nella categoria maschile e in quella Artist to watch (dove c’è anche “Boom Clap” di Charli XCX del quale abbiamo parlato), “Wake me up” di Avicii ft Aloe Blacc nella categoria Pop,  ancora DJ Snake nella categoria miglior direzione artistica, ancora Zedd nella best editing;   “Hate or Glory” del francese Gesaffelstein nella best Cinematography; “Hey brother” di Avicii in quella con messaggi sociali. Imbarazzante il premio al video dell’anno a “Wrecking ball” di Miley Cyrus, ma del resto si vota a colpi di click. Dopo il salto, ecco tutti i vincitori e i due tre europei premiati.

Continue Reading

0

“Home”, alla scoperta dell’olandese Dotan

Lui si chiama Dotan Harpenau ed è un cantautore olandese e quattro anni fa ha avuto un’idea: spedire le sue canzoni a Sasha Skarbek e Martin Terefe. Non due qualsiasi. Due autori e produttori che hanno vinto diversi premi  (il primo ha vinto un Ivor Novello, l’oscar dei cantautori, per le produzioni con Jamelia, il secondo, che ha prodotto anche lavori di Elisa e Luca Dirisio, ha vinto un Grammy per la produzione di “I’m yours” di Jason Mraz). Loro le hanno ascoltate e lo hanno invitato a Londra, nello studio di registrazione dove creano.

Dotan

E’ così che è partita la sua carriera e oggi, al secondo album Dotan ha visto la sua canzone “Home” schizzare per la prima volta in classifica nel mondo fiammingo. L’album “7 Layers”, completamente ascoltabile sul suo canale youtube contiene un sacco di belle canzoni, magari non tutte di immediata presa ma tutte molto interessanti. C’è da dire che non è uno cura il rapporto con i suoi fan.

Sono loro, di fatto, ad aver composto la title track del secondo lavoro, perchè lui ha avuto un’altra idea geniale. Ha preso le sue canzoni o le bozze delle medesime, e attraverso facebook ha organizzato dei “Living room concerts”, “concerti da soggiorno” in giro per l’Olanda: ha suonato a casa dei fans, di fronte ad un pubblico ristretto per testare le reazioni della gente alle sue nuove cose. Da lì è nato il percorso che ha portato a questo secondo album, già secondo in classifica.

Prima ancora, in occasione dell’album di debutto “Dream parade” aveva concesso il suo singolo “Where we belong” per una campagna di “Amnesty International” , poi s’era rimboccato le maniche e se n’era andato in Nigeria a fare qualcosa di concreto: ha filmato il tutto e lo ha messo su youtube, guadagnandosi circa 300mila visite. Oggi sta girando con successo il Belgio e l’Olanda, dopo aver anche aperto i tour di Gavin De Graw e Sinead O’Connor.. Le premesse per far bene anche altrove, ci sarebbero tutte. Chissà.

 

Dotan – Home (Official video)