0

In arrivo “Madhitation”, il primo album di Madh: ecco i primi due singoli

L’intuizione del suo coach di X  Factor Fedez di  regalargli un percorso completamente in inglese è stata giusta, perchè Marco Cappai in arte Madh, finalmente giunto dopo lunga attesa al primo album completo dal titolo “Madhitation” (in uscita il 10 luglio) conferma davvero di avere grandi doti e soprattutto di essere pienamente inserito in un sound internazionale, quel sound molto mainstream in tutta Europa ma parecchio lontano da quello che si vende in Italia.

Madh

Cosa che è un bene, non certo un male, anche sicuramente il primo impatto sarà quello con le charts italiane. Una cosa è certa: l’artista di Carbonia è un prodotto da esportazione, un prodotto serio, che può ridare una nuova immagine alla stereotipata musica italiana all’estero. “Gong“, singolo cantato con la collaborazione di  The Strangers è un ottimo esempio. La parola chiave del progetto è “contamination”, ovvero la fusione di diversi sound e generi musicali, dal pop al raggamuffin passando per l’elettronica, che ha sempre contraddistinto la musica di Madh.

Continue Reading

0

“Respirar”, nuovo singolo per Bebe

A tre anni dall’ultimo lavoro “Un pokito de rocanroll” torna Bebe, una delle cantautrici spagnole più interessanti, che mescola il sound tipicamente latino con quello più pop e che fa del suo modo di cantare particolarissimo uno dei suoi punti di forza. Undici anni dopo l’esordio,conferma la collaborazione con colui che l’aveva lanciata ovvero il dj e produttore Carlos Jean.

Bebe

“Respirar” è il singolo, decisamente orecchiabile e radiofonico, che accompagna “Cambio de piel”, l’album in uscita nel mese di ottobre. In tutti questi anni Nieves Rebolledo, questo il nome dell’artista, si è sempre confermata ai primi posti delle classifiche spagnole, riscuotendo ottimo successo sul fronte dell’airplay. Meno bene è andata fuori dalla Spagna.

In Europa infatti, è ricordata quasi esclusivamente per Malo“, il trascinante singolo d’esordio che faceva da apripista al fortunatissimo album “Pafuera telarañas”, entrambi di ottimo riscontro (il singolo fu ai vertici anche delle classifiche italiane e uno fra i più suonati del 2004). Ora ritenta l’avventura, confermandosi in gran forma.

0

Petite Meller, la Brigitte Bardot del pop che si ispira… a Fellini

Con quella faccia un pò così, quell’espressione un pò cosi, da rimanere a bocca aperta senza nemmeno sapere il motivo. Un pò Lolita, un pò Brigitte Bardot, un pò Carla Bruni, ma in questo caso soltanto perchè con la ex premiére dame di Francia condivide l’essere modella e la passione per il canto. Petite Meller non è ancora sbocciata, almeno non del tutto, nelle radio e nelle televisioni italiane: chi domenica scorsa ha sintonizzato la tv su RTL 102.5 o la radio sulla stessa emittente per la finale del Coca Cola Summer Festival, ha potuto ascoltarne la canzone, ma state pur certi che quando a fine luglio (il 30 per la precisione) la si vedrà in tv nella registrata di Canale 5, non passerà inosservata e cominceranno ad invitarla.

petite-meller-picture

Perchè “Baby love” è una bella canzone e lei è talmente surreale da sembrare quasi un fumetto. Bellezza algida, da quadro antico, filiforme e sensuale come la Lolita di Nabokov poi assurta a simbolo stereotipato della tentazione sessuale, una vaga somiglianza con Milla Jovovich, ma anche con una “testa” notevole. Perchè questa ragazza parigina di padre polacco non solo è laureata, ma ha in tasca un master in Filosofia. Alla Sorbonne, mica un’università da due soldi. E una vita da giramondo: cresciuta fra Parigi e il sud della Francia, la laurea a Tel Aviv dove si era trasferito il padre (poi dopo, appunto, il master in Francia), il passaggio da New York e prima ancora un anno in Giappone.

Continue Reading

0

“Do for mig”, alla scoperta di Evelina Olsen

Alla scoperta di nomi nuovi, o quasi del panorama musicale europeo. Evelina Olsen ha una lunga carriera come corista e vocalist e adesso arriva sulla scena nazionale col singolo “Do for mig”, una powerballad in lingua madre che la propone anche come interessante autrice di parole e musica e che le permette di prendersi per una volta la scena in proprio.

olsen

Lei aveva all’attivo un disco undici anni fa  ma in mezzo a tutto questo una intensa attività nei settori musicali. Vocal coach, performer, protagonista in diversi show televisivi nazionali e soprattutto una luna scia di collaborazioni con i più famosi artisti della scena svedese. Insomma, un lavoro oscuro, dietro le quinte, che comunque le ha permesso di restare a stretto contatto col mainstream.

Fra gli artisti con cui ha collaborato ci sono Shirley Clamp, Thomas Di Leva, Marie Fredriksson dei Roxette e Robert Broberg e recentemente è stata impegnata anche nel musical “La piccola bottega degli orrori”. Il singolo esce per una piccola etichetta indipendente svedese.