0

“Loc pentru dragoste”, il nuovo singolo di Aliona Moon

Nel 2013 la sua canzone “O mie” è stata una delle più belle sorprese dell’Eurovision Song Contest. Adesso la bella moldava Aliona Munteanu, in arte Aliona Moon parte alla conquista del mercato discografico. In mezzo c’è stata anche la partecipazione l’anno scorso alla versione rumena di The Voice, che le ha consentito di stringere rapporti importanti e di chiudere al quarto posto.

Aliona Moon

Finita sotto l’ala protettiva di Smiley, cantautore rumeno fra i più apprezzati e premiati in patria e suo coach, ecco che arriva il suo inedito “Loc pentru dragoste” (Una stanza per l’amore), che Smiley ha cofirmato per musica e parole. Il brano fa da apripista al primo album cui la venticinquenne sta lavorando. Il video è invece una produzione tutta moldava.

Una bella ripartenza per questa artista che all’Eurovision, pur chiudendo con un onorevole undicesimo posto non aveva raccolto i risultati che il suo brano meritava. Vedremo se per lei ci sarà l’occasione di proporsi di nuovo in lingua inglese (come inizialmente era il suo brano eurovisivo), magari nel solco di altre artiste del mainstream rumeno degli anni recenti e quindi di lanciarsi ancora a livello internazionale.

 

0

“Harmony” (e altre canzoni): le melodie avvolgenti di Margherita Pirri

Margherita Pirri è già al quarto album ma è un nome lontano dal mainstream. Non per questo però è meno valida di tanti altri artisti più suonati. Anzi. E allora l’uscita di “Looking for truth”, che comprende canzoni in italiano, inglese e francese (e due duetti), è l’occasione buona per parlare un pò di questa cantautrice milanese finalista nel 2013 del premio Bianca d’Aponte, tutto dedicato alla musica in rosa.

Margherita Pirri

“Harmony (Je crois l’amour c’est toi)” è un singolo delicatissimo ma merita un ascolto anche “Here we are“. Sonorità rearefatte, raffinate, chiaramente ispirate al cantautorato americano degli anni 70. Per lei fra l’altro anche un passaggio alle audizioni live di Musicultura nel 2012 e una lunga serie di musiche per jingle pubblicitari e documentari televisivi.

Sul player che si trova nel suo sito ufficiale potete ascoltare anche altre tracce tratte dal suo album. Ma è interessante dare un ascolto anche ad una sua produzione precedente in italiano, dedicata alla sua città ovvero “Cara Milano”, una bella fotografia della metropoli, un testo non banale che si apoggia sulle melodie avvolgenti e delicate che caratterizzano le sue composizioni.

0

Festival Music Week 3, la rete sceglie uno dei dieci finalisti

Boom di iscrizioni per la terza edizione del Festival Music Week.  Si è conclusa la prima fase del concorso musicale e adesso entra nel vivo la seconda con una novità assoluta di questa edizione: una competizione a suon di “mi piace” su facebook per la conquista di un posto sicuro nella finalissima di Luglio. Fino al 14 giugno sarà possibile votare e far votare il brano preferito sulla pagina facebook dedicata. La procedura è semplicissima basta collegarsi all’evento FMWonline su facebook, ascoltare tutti i brani in gara e votare, cliccando “mi piace”, il video/brano preferito.

Festival music Week
Il brano più votato alla fine avrà accesso diretto alla finale del 18 luglio.  La Commissione esaminatrice una volta conclusasi la fase on line del Festival Music Week provvederà ad una ulteriore scrematura dei partecipanti e dei quattordici rimasti ne verranno scelti solo nove che, insieme al vincitore della fase on line, si contenderanno il premio di 1000 euro per il Miglior inedito.  Ecco gli artisti in gara:

Andrea Moro – La tempesta
Bludiklein – La città
Davide Berardi – i Piedi e gli occhi
Degian – Venuta dal niente
Francesca Solarino – Anna e la montagna
Hyena Ridens – Metamorfosi
I figli dell’officina – Io non ho
Lab081 – Troppi Caffè
Lain – Luna di Porpora
Marco Mariconda – Non mi sembra di capire
Pan Island Project – La ballata omologata
Roberto Pezzini – Meglio le scimmie con le banane
Rum – Corpo di Mare
Stop Emotion – Chi ero
Tartaglia & Aneuro – So’ viv

0

“Uma questão de princípio”, l’album d’esordio dei D.A.M.A.

Dei D.A.M.A avevamo parlato tempo fa perchè erano balzati in testa alle classifiche portoghesi con il loro primo singolo “Luisa” e perchè avevano sfornato una serie di singoli interessantissimi. adesso questa nuovissima band di Lisbona ha dato alle stampe il primo lavoro “Uma questão de princípio”, schizzando direttamente al primo posto della classifica del loro paese.

D.A.M.A

“Az vezes” è il singolo estratto dall’album che ricalca in pieno lo stile leggero e cantabile che li ha caratterizzato sino ad ora, consentendogli di guadagnare il favore dei giovani lusitani, dell’airplay radiofonico e anche una serie di collaborazioni importanti che contibuiscono ad arricchire il loro breve ma importante curriculum. Una su tutte, quella con Mia Rose.

L’artista anglo-lusitana, nata dalla rete e diventata una delle cantautrici lusitane più interessanti (e che preferisce l’inglese) ha duettato con loro nel brano “Secret in silence” anche questo brano fresco e radiofonico. E meritano un ascolto anche “O maior” e “Na Na Na” Decisamente, se amate il pop leggero, da canticchiare, questi ragazzi ed il loro lavoro d’esordio. fanno per voi.