0

X Factor 8, audizioni: Yusaku Tamura conquista tutti

Siamo solo alle audizioni ma X Factor 8 ha già le sue storie. La prima è quella di Yusaku Tamura, giapponese di Hokkaido che ha preso l’aereo ed è arrivato a Roma esclusivamente per il provino. Pensi a una macchietta e invece no. Lui che ascolta Mina e Mengoni, si presenta proprio con “L’essenziale” di Mengoni, con tanto di parte del testo in giapponese. E canta bene.

Passa il turno. E ha tutta l’aria di poter diventare presto il personaggio dell’edizione, una sorta di “suor Cristina” made in Japan e andare avanti a lungo. Per adesso, canta meglio di come parla l’italiano. Ora bisogna vederlo alla prova con cose diverse ai bootcamp.

Yusaku Tamura

L’altra storia è quella di Giulia Penna. Si, avete letto bene. Giulia Penna, quella che nemmeno un mese fa ha rischiato di vincere Castrocaro. Va sul palco cantando (maluccio) “We found love” di Rihanna con tanto di parrucca rossa e a metà esibizione sveste l’abito dark per rivelare un costume da wonderwoman.

Una buffonata (inutile fra l’altro, visto la comunque  non buona performance) che viene bocciata dai giudici (Morgan premia la voce). Si stenta a credere che sia la stessa cantante apprezzata a Castrocaro. Lei esce gridando “L’Italia non è pronta“.

Per la serie “Chi si rivede”, rispunta Francesca Monte, già vista a “The Voice” (ne avevamo parlato in occasione del suo primo album): avanti nell’ambito nel progetto Komminuet. Passa anche il rapper romano Diluvio, così come il quintetto triestino Spritz for five, molto bravi su “Hey brother” acappella.

Giulia Penna 2

In generale buone cose fra coloro che sono passati, quasi tutti con voto unanime. Fra le migliori, oltre ai triestini, anche la prima ad esibirsi Camilla Magli, paragonata da Victoria Cabello a Jane Birkin. Finale con il sardo Mario Gavino Garrucciu, alla ricerca di rilancio dopo aver perso il lavoro.

Avanti, fra coloro che sono stati mostrati anche Beatrice Fenoraci, Maria Faiola, Corrado Girardi, Leinor Riflessi, B Brothers, Steve Anglano,  tre coppie di gemelli, ovvero Fading Memories, Le Propositiv e Gemelle Fontana, quindi Marco Cappai (che ha diviso i giudici) e Roberto Valenza.

Bravi i giudici, era un esame soprattutto per Fedez, la cui designazione era stata da alcuni contestata per via della minor carriera. Molto buonismo, per ora, ma il tempo dei bootcamp arriverà presto. Settimana prossima, appuntamento con lo show di Torino.

0

Ore 21.10: su Sky Uno parte l’ottava edizione di X Factor

Pronti, via. Parte stasera alle 21.10 su Sky Uno l’ottava edizione di X Factor, la quarta targata Sky, sempre con Alessandro Cattelan al timone. Qualche settimana fa avevamo parlato del cast, che prevede i quattro giudici Morgan, Mika, Victoria Cabello e (sic!) Fedez. Due soli vocal coach e quattro producer, che affiancheranno i ragazzi nella fase di sbarco nel mercato discografico.  E quest’anno sono già state assegnate le categorie:  Fedez e Cabello si occuperanno rispettivamente delle Under 24 donne e degli Under 24 uomini. A Morgan toccherà invece seguire il cammino dei ‘Gruppi vocali’, mentre Mika se la vedrà con gli Over 25.

x-factor-8-giudici

Tredici settimane di programmazione, da oggi e per tre settimane, via alle puntate dedicate alle audizioni, che quest’anno si sono svolte nei palazzetti di Roma, Torino e Bologna, poi dal 9 ottobre, via al bootcamp, che quest’anno sarà live, mentre il 16 toccherà alle Home Visit, con i quattro giudici affiancati da ciascuno da un’ospite: Raphael Gualazzi ha lavorato con Fedez a Milano; The Bloody Beetroots con Victoria Cabello a Londra; Elio con Mika sull’isola di Mozia, vicino Marsala; Eugenio Finardi con Morgan: dove non si sa perchè Morgan alla conferenza stampa di presentazione non c’era.

Qui sarà definito il cast ufficiale. Le puntate in diretta, ogni giovedì per otto settimane, cominceranno invece il 23 ottobre con una lunga serie di novità sul fronte interattivo per il pubblico da casa, a cominciare da ‘X Factor sei tu‘ che darà la possibilità ai telespettatori di essere ‘protagonisti’ della prima puntata sul palco della X Factor Arena. I casting andranno in replica ogni domenica di Cielo, mentre invece dai live in poi non c’è niente da fare: tutto e solo su Sky.

0

MTV European Awards 2014: ecco tutte le nominations europee

2014_MTV_EMA_LogoDefinito il quadro delle nominations per gli MTV European Music Awards 2014, gli Oscar musicali europei organizzati dalla emittente multinazionale che quest’anno saranno assegnati a Glasgow nel Regno Unito alla Hydro Arena il prossimo 9 novembre. Avevamo parlato dei candidati italiani: nei giorni scorsi si è conclusa la prevotazione per stabilire il quinto nome candidato: sarà Alessandra Amoroso. Nel resto d’Europa il panorama è variegato, come vedremo di seguito, anche se la presenza di qualche big come Enrique Iglesias in Spagna, Avicii in Svezia  e Stromae in Belgio ha già dei favoriti dichiarati. In Francia Indila gode di ottimo seguito, ma le candidature nazionali sono tutte molto forti.

Definito anche il quadro delle nomination generali, oltre a quelle delle singole zone. Come al solito Europa terra di conquista per la dance e l’elettronica (cinque nomi su cinque), mentre per il resto, nomination per Sam Smith, Charli XCX, One Direction, Ellie Goulding, Rita Ora, Zedd, Afrojack, Hardwell ed Enrique Iglesias in mezzo ad un mare di americani e canadesi e alla neozelandese Lorde. Fra le nomination dell’area non europea, qualche nome noto a livello internazionale: oltre alla citata Lorde, l’altra neozelandese  Kimbra, i messicani Camila, gli australiani 5 Seconds to Mars e Iggy Azalea, il colombiano J Balvin, gli argentini Miranda.

Sul fronte eurovisivo, niente Conchita Wurst, ma alcuni nomi interessanti: Sinplus, Who See, Adelen (Melodi GP Norvegia), Elena Gheorghe, Serebro, Anton Ewald (Melodifestivalen Svezia). Fra i protagonisti europei delle charts invece, oltre ai citati Stromae, Enrique Iglesias e Indila ci sono  Milky Chance, Nico & Vinz e Mr.Probz,  alla prova dei click dopo il successo discografico,  Sotto, le nominations europee. Si vota on line, sul sito di MTV.

Continue Reading

0

“Easy money”, ritorna Johnny Marr (ex Smiths)

Johnny MarrNon molto tempo fa avevamo raccontato del nuovo lavoro di Morrissey, adesso ecco un altro pezzo dei mitici Smiths che si propone, anzi ripropone al grande pubblico. A quello che ha apprezzato la storica alternative rock band degli anni 80 e a quelli che invece gli Smiths, che pure hanno segnato un pezzo della musica internazionale, non li hanno conosciuti. Si tratta di Johnny Marr, che della band di Manchester era il chitarrista.

Passata la soglia dei 50 anni ha dato alle stampe il suo secondo album della sua carriera da solista cominciata l’anno scorso: “Playland” è anticipata dal singolo “Easy Money”, che trovate qui sotto. Il suo primo album solista, “The Messenger” (qui la title track e qui invece il precedente singolo “Upstars“), aveva debuttato nella Top 10 inglese e aveva vinto il Godlike Genius Award agli NME Awards 2013, premi conferiti dall’omonima prestigiosa rivista musicale britannica. Questo nuovo lavoro esce su CD, vinile, edizione limitata del vinile e in formato digitale. Il singolo è in rotazione in questi giorni anche nelle radio italiane.