0

Targhe Tenco 2014: ecco tutti i candidati

targhe-tenco-2014E’ stata diramata la lista dei finalisti delle Targhe Tenco 2014,  il riconoscimento più prestigioso della musica italiana che vuole premiare i migliori lavori della canzone d’autore usciti nell’anno solare. Le Targhe non sono assegnate dal Club Tenco, ma da una giuria composta da oltre 200 giornalisti (di gran lunga la più vasta e rappresentativa in Italia in campo musicale), che in questa prima fase ha votato fra i dischi candidati i finalisti delle cinque sezioni. Le Targhe saranno consegnate il 6 dicembre a Sanremo al Teatro Ariston, in una serata-evento a cui saranno invitati tutti i vincitori e che vedrà David Crosby come ospite d’onore.

Dopo le candidature, selezionate da una commissione di 20 giurati, le Targhe Tenco sono assegnate in due fasi. Con la prima, appena svoltasi, vengono selezionati i 5 finalisti (o più, in caso di ex aequo, come accade quest’anno in due sezioni). Con la seconda, che si terrà nei prossimi giorni, verrà proclamato il vincitore di ogni sezione. Ci fa piacere trovare personaggi emergenti come Levante, nomi storici che tornano come Nada e anche canzoni a caccia di riscatto dopo gli insuccessi sanremesi come “Il cielo è vuoto” di Cristiano De Andrè. Ecco nel dettaglio i candidati

MIGLIOR CANZONE

Brunori Sas, Il cammino di Santiago in taxi
Caparezza, Museica
Le Luci della Centrale Elettrica, Costellazioni
Massimo Volume, Aspettando i barbari
Nada, Occupo poco spazio
Virginiana Miller, Venga il regno

MIGLIOR OPERA PRIMA

Betti Barsantini, Betti Barsantini
Pierpaolo Capovilla, Obtorto collo
Filippo Graziani, Le cose belle
Johann Sebastian Punk, More Lovely and More Temperate
Levante, Manuale distruzione

MIGLIOR ALBUM IN DIALETTO

Enzo Avitabile, Music life O.s.t.
Francesco Di Bella, Francesco Di Bella & Ballads Cafè
99 Posse, Curre curre guagliò 2.0
Davide Van De Sfroos, Goga e Magoga
Loris Vescovo, Penisolâti

INTERPRETI DI CANZONI NON PROPRIE (non cantautori o interpreti di cover)

Chiara Civello, Canzoni
Fiorella Mannoia, A te
Mirco Menna, Io, Domenico e tu
Alberto Patrucco e Andrea Mirò, Segni (e) particolari
Raiz e Fausto Mesolella, Dago Red
Saluti da Saturno, Shaloma locomotiva

0

“Lasciarsi andare”, ritorna Marina Rei

Marina ReiRitroviamo con piacere un’artista della scena musicale italiana che pur non avendo mai mancato l’appuntamento con nuove produzioni, era da un pò assente dal punto di vista del mainstream. Il riferimento è a Marina Rei, della quale è uscito da poco il nuovo album “Pareidolìa”, prodotto da Giulio Ragno Favero, bassista della band Teatro degli Orrori, con i cui componenti l’artista romana collabora da un pò. L’album è prodotto dalla sua etichetta, Perenne.

Lasciarsi andare” è il singolo di lancio, che ha dentro un pò tutto: le sonorità pop, il rock radiofonico e cantabile e anche una vena leggermente indie. Video in bianco e nero, l’amata batteria, ma anche la chitarra che spesso l’ha caratterizzata.  Insomma, lo smalto è quello di sempre, così come anche la tradizionale bellezza dei testi sembra essere rimasta intatta. Il titolo dell’album, che esce a due anni di distanza dall’ultimo (che era “La conseguenza naturale dell’errore”) si riferisce al fenomeno che ti fa scorgere in una nuvola o in una montagna il profilo di qualcuno che ami.

0

Ecco “Love and let go” delle orsoline maltesi Ekklesia Sisters

SistersE’ la settimana delle suore Orsoline canterine. Giusto ieri vi avevamo proposto all’ascolto “Like a virgin”, la versione del successo di Madonna eseguita da suor Cristina Scuccia nell’ambito del suo album di debutto e l’intervista di Avvenire in cui spiegava tutto sul suo momento di celebrità. Oggi torniamo a parlare delle Ekklesia Sisters, il collettivo di sei suore Orsoline ammesse alle semifinali del Malta Song for Europe, il concorso di selezione maltese per l’Eurovision Song Contest.

Di loro e delle motivazioni che stanno dietro alla loro partecipazione al concorso, avevamo parlato in un recente post, adesso è uscito il video  completo del brano “Love and let go“, che poi come per tutti e 20 i semifinalisti non è altro che l’esibizione in studio al programma Xarabanx sulla base. Un motivo sicuramente particolare, molto di atmosfera, ma assai lontano dai canoni eurovisivi. Ce la faranno ad approdare a Vienna? Lo sapremo il 7 ed 8 febbraio, giorni delle due serate del concorso, che si terranno sempre al Marsa Shipbuilding, dove il 15 novembre si sarà ospitato lo Junior Eurovision Song Contes 2014.

0

Suor Cristina: “Like a Virgin scelta mia. Tutti i soldi in beneficienza”

Esce oggi “Like a Virgin”, la cover del brano di Madonna cantata da suor Cristina Scuccia, anzi Sister Cristina. Si tratta del singolo che lancia il suo primo album in uscita l’11  Novembre, che comprenderà otto cover appunto, fra cui questa e due inediti. In occasione del lancio internazionale, Suor Cristina ha concesso in esclusiva al quotidiano cattolico Avvenire e al collega Gigio Rancilio una intervista in cui spiega i motivi di questa scelta singolare e come (e se) è cambiata la sua vita dopo il successo The Voice. Eccone alcuni estratti, la versione integrale è nell’edizione uscita ieri.

Suor Cristina Scuccia

Il discorso va subito alla cover di Madonna: “L’ho scelta io. Senza nessuna volontà di provocare o di scandalizzare- spiega la religiosa – Leggendo il testo, senza farsi influenzare dai precedenti, si scopre che è una canzone sulla capacità dell’amore di fare nuove le persone. Di riscattarle dal loro passato. Ed è così che io ho voluto interpretarla. Per questo l’abbiamo trasformata dal brano popdance che era, in una ballata romantica un po’ alla Amos Lee. Cioè a qualcosa di più simile a una preghiera laica che a un brano pop”. Del brano c’è già anche il video, che trovate qui sotto, girato a Venezia esattamente come quello del brano originale: “Volevamo trasmettere serenità e poesia. Credo proprio che ci siamo riusciti”.

Continue Reading