0

Battiti Live 2016: la tappa di Bisceglie si recupera il 17 agosto. E sarà un evento di solidarietà

Sarà recuperata mercoledì 17 agosto la prima tappa di Battiti Live 2016, quella di Bisceglie, rinviata per il lutto seguito alla strage ferroviaria in Puglia. Sarà sempre a Bisceglie, ma all’Arena del Mare. Il tutto per un evento che sarà allo stesso tempo un evento di solidarietà per le famiglie delle vittime della strage e un abbraccio ideale degli artisti pugliesi alla loro regione.

Battiti Live

Sarà infatti sul palco un cast interamente composto da pugliesi o da artisti che hanno a che fare con la Puglia. L’evento è stato presentato con una conferenza stampa, che possiamo riassumervi grazie alla collaborazione del collega Vito Troilo, di Bisceglieindiretta, che ringraziamo:

Abbiamo spento le luci dei riflettori a seguito della tragedia ferroviaria dello scorso 12 luglio ed è stata una decisione dovuta. Siamo stati a un bivio: annullare definitivamente la tappa biscegliese o cercare di organizzare qualcosa di speciale? Abbiamo scelto di onorare le vittime e sostenere concretamente le famiglie e tutti coloro che sono rimasti coinvolti in quel tragico incidente sui binari. Il nostro è un territorio generoso e valorizzeremo quest’aspetto nel corso della serata del 17 agosto nel modo che abbiamo ritenuto fosse il migliore: gli artisti pugliesi uniti in un abbraccio alla loro terra”. Così ha presentato l’evento Marco Montrone, presidente di Radio Norba, che organizza il tour.

Anche la scelta di restare a Bisceglie va in questa direzione: “Ci siamo consultati con i sindaci dei comuni colpiti e tutti hanno condiviso l’idea che tenere l’evento a Bisceglie, com’era previsto, fosse l’opzione più opportuna. Portare Battiti Live ad Andria avrebbe potuto toccare nervi scoperti e sarebbe sembrata una scelta invadente”. Ma ci si sposterà appunto da piazza Vittorio Emanuele nella più capiente Arena del Mare, proprio per avere più pubblico.

Sarà come detto, un evento di solidarietà: Radio Norba, insieme a  Banca Popolare di Bari e La gazzetta del mezzogiorno, hanno aperto una sottoscrizione e  ha intenzione di aprire una linea sms solidale per raccogliere ulteriori fondi. Non solo: sarà un evento visibile a tutte le emittenti locali italiane che lo chiederanno. Segnale gratuito, proprio per aprire maggiormente alla solidarietà.

Il cast è in allestimento, ma ci saranno sicuramente   Albano Carrisi, Alessandra Amoroso, Dolcenera, Elodie (che è leccese d’adozione), Emma Marrone, Ermal Meta (albanese ma da vent’anni in Puglia) , Giò Sada, Sergio (vincitore di “Amici”, che è la voce di un noto locale di Gallipoli), Renzo Rubino, Sud Sound System.

0

“Say it again” e altre canzoni: l’eleganza pop di Frances

Lontana dalla media del sound attuale, la caratteristica di Sophie Frances Cooke sono le ballad. Lei è un nome nuovissimo, che diversi singoli e l’album d’esordio in arrivo è entrata subito nella ristretta lista dei candidati per il sound of BBC 2016. Belle atmosfere, influenze anni 90 ma grande freschezza interpretativa: è questo che riesce a farla staccare dal mucchio e che la fa apprezzare. “Say it again” è un pezzo di grande livello.

Frances

Prodotto del grande vivaio musicale, Frances  ha già avuto l’occasione di esibirsi in tutti i maggiori palchi del Regno Unito e anche fuori, visto che è stata fra gli artisti britannici selezionati per l’Eurosonic, lo showcase festival che si tiene ogni anno a Groningen, nei Paesi Bassi.

Un Ep all’attivo, uscito per una etichetta indipendente le è bastato anche per sfiorare i Brit Awards, che avrebbe senz’altro meritato. Ascoltate “Let it out” e soprattutto “Don’t worry about me“. Melodie interessantissime. Un talento già pronto a spiccare il volo.

0

Lo Sportello – “Un’impronta sul cemento” di Samuele Proto

Allo sportello di Euromusica arriva “Un impronta sul cemento“, primo singolo di Samuele Proto. “A livello musicale la canzone scava nelle mie più profonde influenze blues e pop, – racconta Samuele Proto  – creando così un mix tra reggae, ballata country, melodia pop e fraseggio blues. Il tutto in un’atmosfera di leggerezza, molto estiva”.

Samuele Proto

Calabrese di Corigliano, classe 1997, Proto canta da sempre.  La passione verso il blues lo porta ben presto all’ascolto di una musica più matura  e verso il cantautorato.  Non a caso trova nelle figure di John Mayer, Stevie Ray Vaughan e Alex Britti i suoi  idoli indiscussi ed è grazie a loro che  comincia a scrivere canzoni. Il suo obiettivo infatti, è proprio quello di unire   le influenze blues al pop italiano cercando di realizzare   un genere musicale che in Italia fa fatica ad affermarsi.

Nel 2014 inizia la produzione di alcuni pezzi  in maniera amatoriale  aiutato  dal suo maestro di chitarra Maurizio De Giglio. Un percorso che gli permette di avere le sue  prime esperienze live ed  i primi riscontri positivi . Nel 2015 “la svolta” con l’incontro con Simone Papi, affermato produttore artistico e musicista di Firenze . Questo incontro avviene  grazie  alla mediazione di Vincent Masini che aveva avuto la possibilità di conoscere Samuele durante la partecipazione al  festival di Castrocaro del 2015 . Ora arriva questo singolo che segna il suo debutto.

0

“Vota il tormentone pop europeo 2016”, è sfida aperta per la vittoria: votate ancora!

Si avvicina il giro di boa per “Vota il tormentone pop europeo”, il sondaggio popolare on line che vuole scegliere la canzone dell’estate, quella da canticchiare sotto l’ombrellone indetto dalla redazione di Euromusica. Come sempre, abbiamo scelto esclusivamente canzoni pop o dance pop o crossover, con l’esclusione quindi dei classici brani dance. Sedici brani da tutta Europa che potete ascoltare a fondo post.

Generica

Alcuni come noterete – perchè ne abbiamo parlato – hanno una data di uscita antecedente al 2016, ma li abbiamo inseriti perchè è soltanto quest’anno che sono arrivati nell’airplay nazionale o internazionale. Votazioni aperte sino al 31 agosto, cliccando nel sondaggio che trovate qui o  sulla barra in alto. Un solo voto a disposizione come sempre per ogni pc. Dopo quasi un mese, la battaglia è apertissima con diversi brani a giocarsi la vittoria, nonostante una fuga iniziale di un paio di canzoni. Tutto apertissimo, dunque, la gara a colpi di click prosegue!