0

“Right here”, dopo le collaborazioni il debutto di Jess Glynne

Jess GlynneL’Europa (e anche il mondo) l’ha conosciuta come vocalist su due due più grandi successi discografici di questo 2014, ma adesso Jess Glynne si lancia in proprio in quello stesso mondo della dance. “Right here” è il primo singolo della cantante inglese. Deep house, sicuramente non facile da digerire per chi non è amante del genere (e infatti noi non è che ci strappiamo i capelli), ma sicuramente molto ben cantato. Che non è una cosa abituale, per questo tipo di produzioni.

Certo non siamo sui livelli delle cose dove l’abbiamo conosciuta ovvero Rather be” dei Clean Bandit e “My love” dei Route 94, ma la ragazza è partita bene, arrivando in top 10 in patria (dove però è andata in testa nella classifica dance, come in Belgio) ed entrando in classifica in diversi paesi d’Europa ed in Australia. Un prodotto non solo da dancefloor, perchè ha una ottima voce, anche se per adesso questo è il suo ambiente naturale.

Jess Glynne – Right Here [Official Video]

0

“Crisi”, riecco la Krikka Reggae (col nuovo album “In viaggio”)

Anche in Italia arrivano piano piano progetti di livello prodotti attraverso il crowdfunding. Dalla piattaforma Musicraiser è uscito “In viaggio”, il nuovo album della Krikka Reggae, ensemble lucana che ha già avuto modo di portare il sound italiano all’estero (fu ospite al prestigioso Cerbul de Aur, in Romania). Il singolo di lancio è “Crisi” con la partecipazione di Zulù dei 99 posse.  Undici brani, tante collaborazioni: dagli stessi  99posse a Roy Paci oltre a Fido Guido, Patto MC, Perfect, Fyah George.

Krikka Reggae

Il loro nuovo  lavoro trasmette voglia di ballare ma, al tempo stesso, tratta temi importanti come l’attuale crisi, il valore della memoria storica, l’essere e l’avere, la subalternità dei piccoli territori rispetto alle scelte dei potenti. E come al solito, non manca una caratteristica che li accompagna dal 2001, anno del debutto, ovvero l’uso del dialetto di Bernalda, il paese del quale sono originari. Per loro in tanti anni una serie di successi in contest nazionali, fino anche alla partecipazione alla colonna sonora del film “Basilicata coast to coast” di Rocco Papaleo.

Continue Reading

0

Charts: i 10 brani più suonati e scaricati in Europa (17/8/2014)

Calvin HarrisPoche variazioni nella classifica dei brani più suonati dalle radio europee questa settimana, ma anche in quella delle canzoni più scaricate nel vecchio Continente. Ruotano le posizioni, soprattutto quelle di rincalzo, mentre la vetta resta ben definita per due artisti che ormai si avviano a diventare i protagonisti di questa estate. Il primo è Calvin Harris, sempre più al comando dell’airplay con “Summer”.

Il remix del dj tedesco Robin Schulz sull’originale franco-israeliano dei Lilly Wood and The Prick  “Prayer in C” (sotto vi proponiamo entrambi per ascoltare la differenza) continua invece a dominare le classifica dei brani più scaricati ed è fra l’altro ormai arrivato anche nelle radio italiane (e nelle nostre charts), solitamente buon ultime ad agganciare successi internazionali. Sotto, le classifiche e i due brani.

Continue Reading

0

“Not alone”, il grande ritorno di Kate Ryan

Kate RyanRitroviamo con piacere un’artista che ci piace tantissimo, da sempre. Il riferimento è a Kate Ryan, la belga che è una delle regine dell’ eurodance e che dopo i grandi successi con i primi tre album di inediti, ha bissato tutto con due lavori di rifacimenti di grandi successi francesi ed europei, in chiave eurodance. Nel 2006 fra l’altro rappresentò il Belgio all’Eurovision Song Contest col brano “Je t’adore” restando fuori dalla finale per un niente.

Adesso esce “Not alone”, un nuovo singolo, anche questo tutto da ballare, dello stesso sapore di quelli che l’hanno reso celebre. Si tratta del terzo singolo secco che esce senza alle spalle la  pubblicazione di un album intero, dopo “Light in the dark” ed “Heart flow”, che è stato adottato anche come inno degli World Outgames 2013, i Giochi Olimpici riservati alla comunità LGBT.

C’è da dire che recentemente aveva fatto la ricomparsa sulla scena, sia pure sotto mentite spoglie, ripresentandosi alla finale belga per l’Eurovision 2014 all’interno del progetto Day One, i cui interpreti avevano il volto coperto (ma i fans hanno riconosciuto la sua voce). Eliminata la band, è stata poi ospite alla finale nazionale del suo paese, dopo aver cantato anche in occasione dei Giochi Olimpici invernali di Sochi 2014.

Kate Ryan – Not Alone