0

Fabio Curto vince la terza edizione di The Voice of Italy

Fabio Curto, 27 anni, cosentino di Acri trapiantato a Bologna, vince la terza edizione di The Voice of Italy, succedendo nell’albo d’oro ad Elhaida Dani e suor Cristina Scuccia. Successo dunque al primo tentativo per il team dei Facchinetti: una storia incredibile per questo ragazzo cantautore che prima di entrare nel talent show ha girato l’Europa dell’est e poi ha suonato per le strade di Bologna, guadagnandosi da vivere con la musica. Al secondo posto la molisana Roberta Carrese, del team Pelù.

Nel duello finale, Fabio Curto ha riproposto il suo cavallo di battaglia, ovvero “Hallelujah” di Leonard Cohen, poi riproposto fra gli altri da Jeff Buckley, mentre Roberta Carrese ha proposto “Amore che vieni, amore che vai” di Fabrizio De Andrè. Sotto, il resoconto della serata prima di questa sfida finale, poi riascoltiamo l’inedito “L’ultimo esame”, scritto insieme a L’Aura. Esame peraltro superato.

Fabio Curto

Continue Reading

0

Charts: dopo l’Eurovision bene Il Volo, trionfa Zelmerlow, sorpresa Loic Nottet

Itunes è come al solito il primo termometro delle canzoni eurovisive, in attesa che queste entrino nelle classifiche ufficiali complessive (download su tutte le piattaforme, singoli fisici e in qualche paese anche streaming) per capire poi chi durerà a lungo. E i download dicono che Il Volo dopo il terzo posto raccolgono belle soddisfazioni. Bene l’album, che non è ancora quello internazionale ma quello uscito dopo Sanremo, ovvero “Sanremo Grande amore”.  Al primato con disco di platino sul suolo italiano conquistato da noi durante il festival della città di Fiori si aggiungono adesso, dopo l’Eurovision il secondo posto in Russia (mercato notevole per numeri), il terzo in Spagna (ottimo viatico in vista del nuovo album), il quinto in Svizzera ed Austria, il settimo in Svezia, l’ottavo in Bielorussia, il nono in Armenia e Lussemburgo (paese non in concorso). Poi posizione 13 nei Paesi Bassi, 20 in Belgio, 22 in Finlandia e 89 nel Regno Unito.

Il Volo

Bene anche il singolo “Grande amore“, presente nelle due versioni eurovisiva e sanremese: a parte la già conquistata vetta in Italia,il brano  ha conquistato il primo posto a Malta e in Grecia il quarto in Svizzera, Austria e Lussemburgo, il quinto in Belgio, il sesto in Lettonia, il settimo in Russia, Slovenia ed Azerbaigian, il nono a Cipro, il decimo in Estonia. Poi 11 in Lettonia, 12 in Lituania, 13 in Romania e Spagna, 19 in Polonia, 20 in Austria e Norvegia, 24 in Germania. In classifica, dopo la posizione 31 (in ordine di piazzamento) in Svizzera, Francia, Irlanda, Regno Unito, Paesi Bassi, Danimarca, Portogallo e Australia.

Continue Reading

0

Download e airplay (24/5/2015): domina ancora Wiz Khalifa

David GuettaDopo la settimana eurovisiva riprendiamo lo spazio dedicato alle classifiche, che conferma sul fronte del download e anche dell’airplay il primato per “See you again” di Wiz Khalifa e Charlie Puth, colonna sonora del film Fast and furious 7. Troviamo nomi nuovi in classifica,  come quello di Jason Derulo e del nuovo singolo “Want to want me”, entrato sia sul fronte dell’airplay che del download.

Inoltre, ecco il nuovo di David Guetta “Hey mama”, che vede la collaborazione della rapper australiana Nicki Minaj e e la presenza anche del nuovo singolo di Robin Schulz con la voce di Ilsey, “Headlights” che vi andiamo a proporre in basso. Il tutto in attesa del ciclone eurovisivo, in arrivo nelle prossime settimane. Sotto intanto le quattro classifiche scorporate.

Continue Reading

0

Lo Sportello di Euromusica/Alessio Miraglia

Torna Lo Sportello di Euromusica ed ospitiamo Alessio Miraglia col suo nuovo concept album “Whisper of the rain” in uscita  a Giugno.  Compositore Italiano residente a Los Angeles, è lì che ha registrato e mixato l’album, da Tim Starnes, protagonista delle musiche in film come “Il signore degli anelli” e “Avatar”.

Alessio Miraglia

“Ero a Boston, il 10 Marzo 2014. Cercando di proteggermi dalla pioggia, presi riparo sotto un ponte vicino alla stazione ferroviaria. All’improvviso una bellissima voce catturò la mia attenzione: un anziano homeless stava in un angolo tra coperte e valigie rotte e cantava l’inno nazionale Americano. La curiosità mi sopraffece, mi avvicinai e iniziai a parlargli. Iniziò  a raccontarmi la sua storia, proprio come avrebbe fatto un saggio nonno. Rimasi affascinato, attraverso quelle parole riuscii a vedere la sua vita. Mi fece percorrere passo dopo passo ogni momento, ogni dolore ed ogni tragedia con i quali il Destino aveva deciso di condurlo sotto quel ponte, proprio dove io lo incontrai. Ora è  passato tempo da quell’incontro ma la sua storia ha continuato ad echeggiare dentro di me e proprio per questo ho deciso di rendergli omaggio componendo questo album, trasformando le sue parole in note. Ho cercato di presentare la storia nel modo più veritiero possibile e spero di riuscire a trasmettere la voce di quell’uomo e di far sentire e rivivere a voi tutti ciò che commosse me sotto quel ponte di Boston”. Così Alessio Miraglia su quell’incontro speciale.

Continue Reading