0

Tutto su X Factor 8: giudici, indiscrezioni e i nomi dei producers

Tutto pronto per X Factor 2014: il 18 settembre su Sky Uno, con la prima puntata delle audizioni registate, partirà l’ottava edizione del talent show che dalla sua prima volta in Italia ha sfornato artisti poi divenuti di primo piano ma che a dire il vero sta un po’ faticando in questo senso da quando è passato su Sky. Forse per questo si è deciso di puntare sull’innalzamento della qualità musicale. Erano già note le due novità, ovvero il cambio di due giudici su quattro: confermati Mika e Morgan, rimpiazzati Arisa (per scelta della produzione) e Simona Ventura (per decisione della conduttrice, passata a La 7) con Fedez e Victoria Cabello.

X Factor

Ecco invece la nuova figura, ovvero i producer:  di fatto saranno coloro che accompagneranno gli artisti verso l’esordio nella carriera musicale, cucendo su di loro le esibizioni, gli arrangiamenti dei brani, fino ad arrivare all’inedito finale, con lo scopo di creare uno stile artistico coerente e personale da sfruttare una volta usciti dal programma. Insomma, faranno in modo che la carriera discografica dell’artista possa decollare nel modo migliore e con produzioni che calzino a pennello a colui che dovrà cantarle.

Giuseppe Barbera, musicista e arrangiatore siciliano, formatosi al CET di Mogol e già l’anno scorso con Arisa, quest’anno collaborerà con Victoria Cabello. Mika invece si affiderà ad Alessandro Raina. Vogherse, 35 anni, già giornalista e voce dei “Giardini di Mirò”, componente degli Amor Fou è autore fra l’altro di “Tre cose” di Malika Ayane e “In ogni angolo di me” di Emma. Quasi mille concerti fra Italia e Europa, ha condiviso il palco con artisti come R.E.M., Beck, Lali Puna, Wilco, Interpol, Elbow, Verdena, The National e molti altri.

Per Morgan invece, ci sarà Lele Battista, cantautore milanese, 39 anni, già componente de “La Sintesi”, ha lavorato con Morgan nei suoi “Italian songbook”. Fedez invece avrà dalla sua l’apporto di Fausto Cogliati, che ha già scritto per diversi rapper italiani (J AX, Articolo 31, Ensi, Club Dogo, Rocco Hunt), produttore dell’ultimo album di Fedez stesso e collaboratore anche di Francesc Michielin, ex vincitrice di X Factor.

L’altra grande novità riguarda  la trasformazione in vero show del Bootcamp, il ”campo reclute” che conduce agli Home Visit, che quest’anno si svolgerà per la prima volta a porte aperte, alla presenza del pubblico, e con un meccanismo a sorpresa. Una situazione, questa, già sperimentata con successo nelle edizioni estere. Durante i Bootcamp, tradizionalmente verranno come sempre anche assegnate ai giudici le categorie per l’edizione in partenza: una scelta che condizionerà l’intera gara canora, determinando a quale gruppo di concorrenti dovrà dedicarsi ciascun giudice e coach.

Stando ai rumors circolati in rete, quest’anno dovremmo vedere Mika alle prese con gli Over, Victoria Cabello e Fedez rispettivamente alla guida di Under Donne e Under Uomini,Morgan, con i Gruppi. La direzione artistica del programma, condotto dal confermatissimo Alessandro Cattelan, è affidata alle cure di Luca Tomassini, mentre Lucio Fabbri come sempre sarà direttore musicale. Due le vocal coach, Rossana Casale e Paola Folli, entrambe confermate, anche rispetto alla scorsa edizione, saranno al servizio di più coach e non di uno solo. Numeri da record come al solito per le selezioni: oltre 6000 i candidati nelle varie tappe.

0

“Vota il tormentone pop europeo 2014″: ultimo giorno

TormentoneUltime ore per poter dare la propria opinione nel nostro sondaggio popolare  “Vota il tormentone pop europeo 2014″. Fra le canzoni selezionate dalla nostra redazione (hit italiane ed europee e qualche brano meno noto),  potete votare con un massimo di 5 preferenze per computer per eleggere il tormentone Pop europeo, la canzone di produzione europea che più vi è rimasta in testa.

Come al solito la scelta è solo fra i brani pop e dance-pop nello spirito che ormai caratterizza da tempo questo concorso. Sarà ancora un dominio svedese oppure lo scettro cambierà nazione? Manca poco tempo e lo scopriremo Votazioni aperte sino alle 24 di oggi, poi saranno elaborati i risultati. Nella playlist in alto potete ascoltare tutti i brani.

Playlist: Tormentone Pop Europeo 2014

0

Charts: le numero 1 in Europa (31/8/2014): ciclone Meghan Trainor

Meghan TrainorLe charts europee confermano sostanzialmente il dominio dei francesi Lilly Wood & The Prick che grazie alla versione remix griffata Robin Schulz del loro brano del 2010 “Prayer in C” sono ormai padroni in tutta Europa e la rinnovata popolarità di “Budapest”, il singolo dell’inglese George Ezra, ma c’è spazio anche per qualche novità. Per esempio l’approdo in vetta in Austria del dj norvegese Martin Tungevaag.

Ma il brano che rischia seriamente di segnare i prossimi mesi arriva dagli Usa. Facciamo un’eccezione alla regola che vuole la proposta da parte nostra solo di brani europei e ve lo facciamo sentire perchè merita. “All about that bass”, l’inno all’accettazione di sè stessi e del proprio corpo della giovanissima Meghan Trainor, dopo aver conquistato la vetta in Australia e Nuova Zelanda (un disco d’oro e uno di platino), già secondo in Usa e Canada, è primo in Danimarca e sta scalando posizioni in Europa, dove è già in classifica in otto paesi. Il ritornello trascinante arriverà presto a far breccia nei cuori musicali degli europei. Sotto, il brano e le numero uno.

Continue Reading

0

Alina Nicosia con “Io e te ” vince il Festival di Castrocaro 2014

Un’orchestra dal vivo diretta da Stefano Palatresi e una giuria che fa il suo lavoro, senza dannosi televoti ad influenzare il verdetto. Il Festival di Castrocaro, Voci e Volti nuovi  che vota “all’antico” ha incoronato una voce nuovissima: Alina Nicosia, 16 anni, siciliana, che ha battuto nel rush finale Giulia Penna, colei che aveva la canzone migliore e più moderna in concorso. Ad incoronarla, Gigi D’Alessio, che è stato anche ospite della serata insieme alla compagna Anna Tatangelo, Gigliola Cinquetti e Giancarlo Magalli. La stessa Cinquetti, peraltro, è un prodotto di Castrocaro, avendolo vinto nel 1963 prima dei trionfi sanremesi ed eurovisivi.

Alina Nicosia

Edizione piacevole, soprattutto per gli inediti, mentre a dire il vero non spiccano per originalità le cover scelte: si pesca quasi sempre nei superclassici italiani (“Un’0ra sola ti vorrei” del 1938, “Un amore così grande, del 1974, “Gli uomini non cambiano”, ma anche “Vengo anch’io, no tu no” di Jannacci , tanto Lucio Battisti e un pezzo stracantato come “Oceano”), quasi a strizzare l’occhio ad un pubblico, quello di Rai Uno, che notoriamente è fra i più vecchi d’Europa. Qualche problema di troppo coi microfoni. Ha vinto alla fine una bella voce, con un pezzo più classico (“Io e te”), ma che sicuramente ha l’età dalla sua parte. Bocciata invece la trasmissione, vecchia nella costruzione, con topiche colossali (Gigi D’Alessio che scambia Lisa, l’interprete originale di “Oceano” con Elisa, la Cinquetti che definisce “non notissimo” un brano come “Oceano” di gran successo anche in Francia e inciso persino da Josh Groban, che lo portò al primo posto) e a tratti anche trash. Con D’Alessio e la Tatangelo che cantano in playback.

Le sfide hanno visto prevalere Duo Sisters su Lidia Fusaro; Giulia Penna su Luqa Micheletti; MC Flava alias Flavio Rezza su Tonia Carpinelli; Alina Nicosia (che incanta il pubblico con gli acuti) su Marco Leo alias Marco Frigau; Eric Panini su Vanessa Elly. Il ripescaggio aveva poi premiato Vanessa Elly. Quindi le due sfide a tre con gli inediti sino allo scontro decisivo che ha premiato Alina Nicosia. Una giuria a parte ha poi scelto, come tradizione anche il “Volto nuovo”: Lighea, Paolo Mengoli, il pr Willy Vecchiattini e i rappresentanti dei festival partner hanno scelto l’italo-brasiliano Erick Panini.