0

Francesca Monte, da The Voice al primo album tutto dance

FRancesca MonteIl grande pubblico l’ha conosciuta l’anno scorso nella prima edizione di The Voice of Italy, dove è stata in gara nel team Noemi. Adesso Francesca Monte è  pronta per il primo album, dopo l’ottimo successo ottenuto con il singolo di lancio “Turn the lights on”. Salernitana, 27 anni ex partecipante a Miss Italia, si è avvicinata nel 2012 alla dance dopo varie esperienze musicali e vari concorsi e rassegne  nazionali di notevole importanza, fra i quali “Castrocaro”“Sanremo Rock” e “Inedito per Maria” e duetti di spessore (su tutti quello con Buddy Miles, batterista di Jimi Hendrix e cantante di Carlos Santana). Dopo The Voice of Italy, non ha abbandonato i suoi progetti dance, che anzi sono cresciuti.

L’album, in uscita a settembre, arriva  sull’onda del nuovo singolo “Everlasting fire”, che trovate qui sotto e che propone l’artista campana in collaborazione, come negli altri lavori, con i Dynatronic, tre producer salernitani (Antonio Caramiello,Davide Paone e Mariano Cantarella). Cantautrice e musicista, Francesca Monte sembra aver trovato nella dance quella dimensione che può proiettarla nel mainstream, anche in considerazione del fatto che è già stata ospite di radio importanti di settore e non, su tutte M20.

 Di “Everlasting fire” dice: “E’ un pezzo pieno di passione e di fuoco, un fuoco duraturo. È stato scritto in un periodo particolare; come ogni mio pezzo anche quest’ultimo è nato dalle mie esperienze personali e dalla collaborazione coi Dynatronic: loro sono la mia famiglia, sviluppano le mie idee e le mettono in musica. Sono forti e riescono a non alterare quello che voglio trasmettere musicalmente. È un pezzo che proporrò in tutti i miei live in giro soprattutto in estate al mondo della notte e a quello degli happy hour. È un pezzo energico, da ascoltare e soprattutto da ballare. Di prossima uscita sono due remix: il primo realizzato da due producer remixer e arrangiatori, Bross and Laurer, che hanno collaborato anche con la Dance & Love di Gabry Ponte; il secondo dagli stessi Dynatronic. Sono dei remix davvero esplosivi!”

0

The Voice of Italy 2 – Battle: avanza ancora suor Cristina Scuccia

The Voice of ItalyPrima serata delle due di Battle a The Voice of Italy 2, con grande spettacolo. Come  l’anno scorso, per la fase delle Battle entrano in scena i quattro assistenti dei coach, fra i quali c’è quel Riccardo Cocciante che è campione in carica, visto che era lui il mentore della prima vincitrice Elhaida Dani. E se Elio (con le storie tese) è già collaudato in questo ruolo da anni di X Factor (dove ha annunciato che non tornerà), c’è curiosità per vedere come se la caveranno Frankie Hi NRG e soprattutto uno spirito libero come Loredana Bertè. 

Entra in scena per la prima volta invece, l’opzione “Steal”, che consentirò al cantante “scartato” dal proprio coach nella sfida di poter essere scelto da uno degli altri tre coach: ne beneficiano Giulia Dagani (passa a Pelù), Luna Palumbo (passa alla Carrà), quest’ultima sconfitta da suor Cristina al termine di una sfida praticamente pari e Benedetta Giovagnini, ripescata all’ultimo da J AX.

TEAM CARRA’ (con Riccardo Cocciante)

Tommaso Pini vs. Sara Gozzi e Marco Galeone: Counting stars (One Republic) – Male Marco Galeone nelle parti in assolo, in coppia con la fidanzata invece c’è una notevole armonia. Tommaso Pini  (7.5) bravo, anche se il falsetto non sempre gli rende giustizia. Il duo esce meglio (7.5), tutto più armonico, ma forse paga l’inizio non eccezionale. PASSA Tommaso Pini

Simone Di Benedetto vs Valentina Sarto: Sono bugiarda (Caterina Caselli) - Tutto molto bello su un classico italiano, due voci molto particolari che sfruttano bene l’occasione, divertendosi e divertendosi. Valentina Sarto (7) brava, anche sbarazzina. Simone Di Benedetto (7.5) non si snatura su un pezzo femminile. PASSA: Simone Di Benedetto. Valentina Sarto non la prende bene: “Io sono più pronta discograficamente e ho una voce migliore”. Modesta.

Francesco Capriglione vs Giuseppe Maggioni: I don’t wanna miss a thing (Aerosmith): – Non c’è gara. Non è canzone per Francesco Capriglione (5), che ci mette diligenza e qualche acuto, peraltro  ridondante, ma si sente che non è dentro il pezzo. Giuseppe Maggioni  (6.5) vince col minimo. PASSA Giuseppe Maggioni.

Federica Buda vs. Francesca Romana D’Andrea – Tra te e il mare (Laura Pausini): Karaoke un giovedì sera al disco pub. Niente che resti nelle orecchie, anche se entrambe fanno il compito  senza sbavature. Meglio Francesca Romana D’Andrea (6.5) ma di poco, sufficiente Federica Buda (6). PASSA Federica Buda e Francesca Romana la prende non benissimo.

Ancora in squadra: Federica Buda, Tommaso Pini, Simone Di Benedetto, Nancy Sardiello, Vittoria De Santis, Francesco Marotta, Giuseppe Maggioni,  Carmine Cirillo, Francesca Romana D’Andrea, Alessio Buscemi, Rosy Lerro, Benedetta Caretta,  Valentina Ranalli, Luna Palumbo.

TEAM NOEMI (con Frankie Hi NRG)

Gianna Chillà vs. Angela Pascucci – Titanium (David Guetta ft Sia)-    Nelle parti più lente Gianna Chillà (a piedi nudi) sembra a tratti forzata, Angela Pascucci forse un pò meno potente ma sicuramente più naturale. Dove il pezzo cresce, Gianna (7) fa lo stesso, non altrettanto Angela (6.5). PASSA Gianna Chillà.

Giancarlo Ingrassia vs Andrea Manchiero – Vita (Lucio Dalla e Gianni Morandi)- Gara durissima fra due artisti già esperti e consumati da live e concorsi. A livello prettamente “pop” è meglio Andrea Manchiero (8), la cui voce scura si fa largo molto bene, ma anche Giancarlo Ingrassia (8), forse più abituato ad altro genere di musica, ne esce alla grande. Prova sul filo, dovessimo scegliere in base alla “ratio” del programma passerebbe Andrea Manchiero, ma solo per quello e perchè conosciamo gli artisti. PASSA: Andrea Manchiero.

Gianmarco Dottori vs Andrea Nocera: Begging (Madcon) – Entrambi “altro” rispetto a questo genere, complessivamente bravi entrambi. Gianmarco Dottori (7.5) mette sul palco la maggiore esperienza al fianco di artisti consumati e la fa valere, ma Andrea Nocera non sfigura (7). PASSA: Gianmarco Dottori.

Claudia Cotticelli vs Lorenzo Pagani- La musica che gira intorno (Ivano Fossati)- Non particolarmente brillanti nessuno dei due, anche se comunque sufficienti, Claudia Cotticelli  (6.5) ha una voce limpidissima, che è uscita fuori meglio. Lorenzo Pagani più classico (6.). PASSA: Claudia Cotticelli

Ancora in squadra: Gianna Chillà, Simona Farris, Andrea Veschini, Antonella Anastasi, Gianmarco Dottori, Daniele Blaquier, Sasha Susino, Giorgia Pino, Federica Graziani, Andrea Manchiero, Claudia Cotticelli, Stefano Corona,Paola Bivona.

TEAM J AX (con Elio e le storie tese)

Giulia Dagani vs. Deborah Patania- You and I (Lady Gaga) - Entrambe piuttosto dentro su un brano di un’artista che non valorizza chi ne fa le cover,  Giulia Dagani (7) ha mostrato buona grinta, senza strafare, dove serviva. Deborah Patania  (7.5) più abituata al palco e si vede. PASSA: Deborah Debbi Lu Patania. Steal per Giulia Dagani, si girano Pelù e Carrà

Suor Cristina Scuccia vs Luna Palumbo – Girls just wanna have fun (Cindy Lauper) - Luna Palumbo (8, vista l’avversaria, era un duello squilibrato in partenza. Purtroppo però lei ha perso la battle praticamente in prova, nel giudizio di Elio e in quello nascosto di J AX.  E’ brava, canta bene, sicuramente è una su cui si può lavorare, ma a tratti è stata ridondante;  suor Cristina (8)  è meno “artista” (ovviamente), ma è più naturale. Oltre ad avere il pubblico dalla sua, anche se sicuramente ha meno tecnica rispetto alla diretta concorrente. Comunque entrambe valide. PASSA:  suor Cristina Succia. Luna però merita assolutamente  lo steal, e infatti premono tutti e tre. Sceglie Raffaella Carrà.

Alice Pardo vs. Pietro Napolano – Just the way you are (Bruno Mars) – L’esordiente contro l’ex sanremese. Il pezzo è maschile, ma lei se la cava benissimo. Probabilmente in prospettiva, su Alice Pardo (7.5) si può fare un lavoro migliore in prospettiva, Pietro Napolano (7) ormai è definito musicalmente. PASSA: Pietro Napolano

Ivan Granatino vs. Dylan Magon- Young, wild and free (Wiz Khalifa ft Snoop Dogg) - Molto bella la sfida a colpi di rime in italiano (inserite nel testo originale) da questi due artisti hiphop e freestyle. Scelta difficile, bravi entrambi Dylan Magon (7), forse appena migliore, ma di poco (6.5). PASSA Dylan Magon

Ancora in squadra: Giusy Scarpato, Suor Cristina Scuccia, Yvonne Tocci, Valeria Marchetti, Piero Dread, Carolina Russi, Deborah Patania, Valerio Jovine, Angela Nobile, Emiliano Valverde,  Dylan Magon, Benedetta Giovagnini.

TEAM PELU’ (con Loredana Bertè)

Andreaazzurra Gullotta vs Elisabetta Gagliardi- E la luna bussò (Loredana Bertè) – Nessuna delle due particolarmente graffiante, come invece la canzone richiederebbe, complessivamente appena meglio Elisabetta Gagliardi (6.5), ma anche Andreaazzurra Gagliardi non demerita (6). PASSA Andreaazzurra Gullotta

Steven Patrick Piu vs. Esther Oluloro – Hedonism (Skunk Anansie) – Non c’è partita. Steven Patrick Piu era già andato non benissimo alle blind pur strappando un ingresso, sfodera una prova soltanto sufficiente (6). La grande voce scura di Esther Oluloro (8.5), in questo pezzo ci sta dentro a meraviglia. PASSA Esther Oluloro

Claudia Megrè vs. Paola Bivona – Città vuota (Mina) - Duello non bellissimo. Una troppo urlante, a tratti sguaiata (Paola Bivona, voto 5), l’altra (5.5) graffiante e forse poco dentro ad un pezzo come questo, che richiederebbe più grazia. Maluccio entrambe, forse la Megrè è più pronta. PASSA: Claudia Megrè ma è da rivedere. Steal per Paola Bivona, va da Noemi.

Federica Marinari vs Benedetta Giovagnini   – Knock on Wood (Eddy Floyd) - Prova difficile per Benedetta Giovagnini, sicuramente più abituata ad altro genere. Ne esce bene (7.5). Federica Marinari, voce graffiante,  più dentro questo genere e molto grintosa (8). PASSA Federica Marinari.

Ancora in squadra: Giacomo Voli, Daria Biancardi, Andreazzurra Gullotta, Mia Julia Schettino, Marco Costa,  Esther Oluloro, Federica Bensi, Nadia Marino, Pietro Napolano, Federica Marinari, Claudia Megrè, Andrea Ori, Dejanira Giannarelli, Giulia Dagani

0

“Intuito alchemico”, il ritorno in pista delle Yavanna

YavannaA volte ritornano. Sono le sorelle Anita, Letizia e Virginia Racca, meglio note come Yavanna, terze classificate all’edizione 2009 di X Factor, nella squadra di Mara Maionchi. Dopo il singolo d’esordio “Una donna migliore”, che portava la loro firma e quella di Tony Maiello, hanno avuto un percorso musicale un pò tortuoso: due singoli, di buon riscontro di critica (uno era qui), meno a livello commerciale.

Dopo cinque anni, grazie alla firma di un  contratto con la Top Records, arriva per loro finalmente il primo album “Intuito alchemico“, accompagnato, prima dal singolo “Eremita”, in collaborazione col rapper francese Papet Jali, dei Masilla Sound System e poi dalla title track. Brani scritti da loro che rispecchiano in pieno quella loro cifra musicale che a suo tempo, quando si trattò di scegliere l’inedito d’esordio le portò anche  a scontrarsi con la loro coach.

Yavanna – Intuito Alchemico

0

Charts: i 10 brani più suonati e scaricati d’Europa (13/4/2014)

Clean Bandit Prosegue la marcia in vetta di “Happy” di Pharrell Williams, vero e proprio dominatore delle classifiche mondiali dell’ultimo periodo, mentre l’Europa incorona i Clean Bandit come fenomeno dell’anno. Un vero successo per gli inglesi e anche per Jess Glynne che entra in classifica anche con la collaborazione con i Route 94. Gran Bretagna dominatrice, comunque.

Presenti infatti anche Sam Smith, i Coldplay, Bastille e Duke Dumont  mentre resiste ancora, seppur con meno forza lo svedese Avicii, che aveva preceduto Pharrell Williams nel ruolo di padrone delle charts. Bene il rapper olandese di origini antillane Mr.Probz mentre tengono i Milky Chance, anche grazie al fatto che il brano da continuando ad uscire con successo in vari paesi d’ Europa. Sopo il salto, le numero uno e i Milky Chance.

Continue Reading