0

“Un giorno memorabile”, il nuovo singolo dei Toromeccanica

Torniamo a parlare di una band che ci piace tantissimo per le sue sonorità piene e per i testi non scontati, i salentini Toromeccanica. “Un giorno memorabile” è il nuovo singolo, l’ultimo estratto da “L’innocenza dei trent’anni”, del quale avevamo già parlato in occasione de “L’estate di Hubner”. Facemmo la loro conoscenza in occasione dell’esordio  con “L’amore ai tempi della crisi” e successivamente per “Desisti“, entrambi tratti dal primo lavoro.

Toromeccanica

La loro musuca vive di una sperimentazione a 360 gradi e porta la band ad abbracciare i più disparati stili musicali. Unico filo conduttore di questa miscela di colori è l’attenzione maniacale nella stesura dei testi, elaborati in modo da esprimere, anche tramite l’utilizzo di termini desueti, concetti nuovi e nuove forme di comunicazione. Su tutto una massiccia dose di autoironia. “Ironizzare e non prendere sempre tutto sul serio”, questa la filosofia della band che ritroviamo nei brani, insieme a quell’alito di libera espressione senza troppi tabù nel trattare tematiche diverse.

 Nel 2009 firmano con la Rusty Records, e presentano alle radio il singolo “Bungalow”, premio della critica al Festival Show 2009. Il singolo è stato un vero e proprio tormentone estivo, soprattutto nel Salento, terra di origine della band, e il video del brano ha raggiunto in breve tempo oltre le centomila visualizzazioni su Youtube. Poi il citato primo album “Star system” e il lancio definitivo. Dopo due album, oggi sono senz’altro una delle realtà più interessanti del panorama indipendente italiano-

0

“Alphalove”, l’elettropop travolgente dei francesi Minou

Freschi di pubblicazione di due singoli i Minou sono un nome nuovissimo del panorama discografico francese. Attivi già da qualche anno, il loro elettropop ha avuto però finalmente il giusto spazio soltanto l’anno scorso quando si sono aggiudicati un talent show radiofonico andato in onda su France Intér, la radio pubblica internazionale francese, diffusa in tutto il mondo attraverso la rete.

Minou

Alphalove” è il loro singolo appena uscito, molto potente e radiofonico, ma anche l’esordio con “Hèlicoptères” non è stato da meno. Ci sono davvero tutte le carte in regola perchè le loro produzioni, rigorosamente in lingua francese, possano varcare i confini internazionali.

Pierre Simon e Sabine Quinet si sono conosciuti al liceo, si sono innamorati e oltre ai sentimenti hanno cominciato a condividere la musica. Due esperienze con gruppi prima di fare da soli nel 2012. Fra le loro influenze, oltre ai Gorillaz, citano nomi importanti del pop francese come Etienne Daho e Michel Polnareff. Teneteli d’occhio perchè meritano davvero.

0

“Good Grief” anticipa il nuovo album dei Bastille

Eravamo stati fra i primi a parlare dei Bastille, ben prima che il loro successo diventasse planetario: “Bad Blood”, il loro album completo d’esordio aveva 4 milioni di copie nel mondo ai quali vanno aggiunti 11 milioni dei singoli, “Laura Palmer” e soprattutto “Pompeii”. Ora tornano con un nuovo singolo dal titolo “Good grief”, che è un anthem di quelli che picchiano duro sulle casse.

Bastille

“Wild world”, il secondo album, arriverà a settembre ma la notizia è che dopo la prima apparizione in Italia al Pistoia Blues, presto torneranno di nuovo da noi, per la precisione il 7 febbraio 2017 al Forum di Assago. E di loro si parla già come probabili ospiti al prossimo Festival di Sanremo.

Un gruppo di rottura, non certo una pop band qualsiasi, i Bastille. Questo nuovo singolo ne è un esempio: musica allegra, testo tristissimo, che parla della nostalgia e del dolore per un amore finito. Video e musiche pieni di citazioni e campionamenti. Una bella immagine della Gran Bretagna musicale così lontana dallo stereotipo anglo-americano: forse è anche questo che ha fatto loro conquistare il grand epubblico.