0

Musicultura 2015: annuciati i 16 semifinalisti

Sono stati annunciati i semifinalisti della nuova edizione di Musicultura, il festival della canzone italiana popolare e d’autore che si svolge come ogni anno all’Arena Sferisterio di Recanati. A selezionarli, fra le tante proposte arrivate, la commissione artistica presieduta dal direttore Piero Cesanelli. Accumunati da un’urgenza espressiva che mette in luce il fermento culturale di un’Italia creativa, i 16 artisti finalisti – singoli o gruppi che siano – sono tutti autori di ciò che interpretano, band, donne e uomini con approcci compositivi ed espressivi diversissimi tra loro, tutti però rappresentativi di un Paese che scrive e canta perché ha qualcosa da dire. La rosa dei “magnifici sedici” di Musicultura, i cui brani andranno a comporre il CD Compilation verrà ufficialmente presentata in un concerto in anteprima nazionale il 23 aprile prossimo al Teatro Persiani di Recanati dove si esibiranno rigorosamente dal vivo.

Finalisit musicultura

Ora comincia la fase due, quella che porterà all’annuncio degli 8 vincitori, i quali avranno diritto ad esibirsi a Macerata nelle finali di giugno (19,20,21): i vincitori saranno scelti grande pubblico dei social  e soprattutto dal prestigioso comitato artistico di garanzia formato quest’anno da Carmen Consoli, Simone Cristicchi, Teresa De Sio, Tiziano Ferro, Max Gazzè, Giorgia, Maurizio Maggiani, Dacia Maraini, Marta Sui Tubi, Gino Paoli, Pau (Negrita), Vasco Rossi, Enrico Ruggeri, Michele Serra, Daniele Silvestri, Paola Turci, Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Sandro Veronesi, Federico Zampaglione (Tiromancino). Al vincitore assoluto, decretato durante le serate finali, andranno in premio i 20.000,00 del Premio UBI –Banca Popolare di Ancona.

Continue Reading

0

“Wild heart”, la delicata atmosfera di Valentine

Valentine RomanskiSe vi piace un pop raffinato ma radiofonico, se vi piace la musica di qualità che però sia anche di facile presa, allora questa canzone fa per voi. Lei si chiama Valentine Romanski e questa “Wild heart” è la canzone che accompagna il suo nuovo EP omonimo, appena uscito. Berlinese, è cresciuta nella musica sin da bambina, visto che suo padre ha lavorato come ingegnere del suono.

Non è un nome nuovo, anche se si sta avvicinando adesso al mainstream dopo che le sue prime produzioni, piuttosto diradate visto che sono solo tre prima di questa, hanno avuto ottimo riscontro di critica ma meno a livello discografico. Dopo cinque anni, torna sulla scena con questo lavoro autoprodotto che la conferma un ottimo talento della scena indie europea.

0

The Voice of Italy 3- Blind Auditions: entra il transessuale Daniel Petrarulo

Continuano le blind auditions a The Voice of Italy e continuano anche le storie da raccontare: dopo suor Cristina l’anno scorso e Chiara Iezzi la scorsa settimana, stavolta il programma di Rai Due scrive il racconto di Daniel Petrarulo, 29enne pugliese che sta attualmente facendo un percorso di transizione da donna a uomo. Un’altra storia che sicuramente non mancherà di far parlare e che porta alla luce un aspetto del transessualismo, quello FtM, di cui si parla poco.

Daniel Petrarulo

La sua prova su “Always” di Bon Jovi convince tutti, come la sua voce particolare: la sua scelta è per Noemi. Il ragazzo è bravo e ha talento: c’è da augurarsi che si confermi. Per lui è già una vittoria essere dentro, in ogni caso. Nessuno si gira invece per la sedicenne soprano Giada Borrelli, grande voce ma forse effettivamente inadatta ad un programma pop.

Continue Reading

0

“You are unstoppable”, il nuovo singolo di Conchita Wurst

Premier radiofonica nei giorni scorsi per “You are unstoppable”, nuovo singolo di Conchita Wurst, la drag queen barbuta vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2015, il terzo che fa da apripista all’album d’esordio della performer austriaca che uscirà nel mese di Maggio. Uscito nei giorni scorsi, è probabile che fra poco comincerà a girare anche nelle charts.

Conchita

C’è da dire che al di là della scarsa fantasia nei titoli (dopo “Heroes” ora un altro concetto da lei spesso ribadito nelle interviste), le canzoni sono andate sin qui sempre in crescendo e paradossalmente questo brano è forse il migliore fra quelli proposti al pubblico da Conchita Wurst: non sminusice le doti vocali e si fa maggiormente ascoltare.

Continue Reading