Musicultura 2016, per l’apertura c’è Gianna Nannini. Tutti gli ospiti

Sarà Gianna Nannini l’ospite d’onore che aprirà l’edizione 2016 di , il festival della canzone popolare e d’autore in programma all’arena Sferisterio di Macerata dal 23 al 25 giugno prossimi. Ad annunciarlo è il direttore artistico del concorso Piero Cesanelli che ha anche svelato l’intero parterre di ospiti.   “Gianna ci fece regalo della sua testimonianza artistica già nel 1996 e poi nel 2002, quell’anno addirittura in un funambolico quanto indimenticabile incontro in scena con Margherita Hack  – ricorda il direttore artistico Piero Cesanelli  – poterla riavere con noi, in un festival che ama e coltiva la bellezza e la potenza delle vere canzoni  è un piacere enorme,  Gianna Nannini è un’artista che ha dato e dà tantissimo alla cultura musicale, lo fa con un impeto, una passionalità, una consapevolezza che smascherano in un batter d’occhio l’artificiosità dei  prodotti da allevamento che ci circondano”.

gianna-nannini-Prandoni (1)

A Musicultura Gianna Nannini regalerà al pubblico un set ad hoc, accompagnata dalla propria band e da una sezione orchestrale di archi. L’artista sta raccogliendo sold out in tutti i teatri d’Italia con lo strepitoso Hitstory Tour, che proseguirà per tutta l’estate 2016 e, il prossimo 14 maggio, sarà protagonista di un concerto all’Arena di Verona, con la Bohemian Symphony Orchestra, diretta da Wil Malone, uno dei massimi esponenti del rock mondiale . Sul palco di Musicultura la Nannini sarà inoltre insignita dai rettori delle Università di Macerata e di Camerino del Premio Unimarche, l’importante onorificenza che i due atenei marchigiani in collaborazione con il Festival conferiscono annualmente a personalità italiane ed internazionali distintesi nelle loro carriere per gli alti meriti artistici, che in passato ha già visto insigniti Fernanda Pivano, Ian Anderson, Donovan, Franco Battiato, Odetta, Pino Daniele, Mark Strand, Miriam Makeba… Musicultura in questa edizione non poteva non rendere omaggio  ai quarant’anni di “musica ribelle” di Eugenio Finardi, un artista che ha sempre anteposto l’opera al prodotto, la libera espressione ai condizionamenti del mercato, il cantautore milanese parteciperà al festival venerdì 24 giugno con la band al completo.

Tra le proposte annunciate oggi da Musicultura  anche il progetto James Senese/Napoli Centrale attesi all’Arena Sferisterio venerdì 24 giugno e Simone Cristicchi atteso per sabato 25 giugno che ritorna a Musicultura a dieci anni di distanza dalla vittoria del concorso oggi al culmine di una  luminosa, personalissima carriera da “cantattore”. Al Festival arriverà poi anche Nino Frassica. Il 25 canterà un brano toccante. “A mare si gioca”, contro i bambini migranti che muoiono in mare. Con lui l’autore del brano Tony Canto e la sua ensemble musicale. Protagonista anche la poesia e la letteratura con  Dacia Maraini, membro di lunga data del comitato artistico di garanzia di Musicultura, la cui ultima apparizione al festival risale al 2006, quando duettò con Ivano Fossati.

Rispondono “presente” all’appello anche Francesco Gabbani giovedì 23 giugno e Chiara Dello Iacovo sabato 25 giugno, quest’ultima già tra i vincitori della scorsa edizione del concorso di Musicultura, dove si aggiudicò il Premio Nuovo Imaie per la miglior interpretazione e la Targa della critica.  Ma i parterre deve ancora essere completato: sul sito ufficiale saranno svelati tutti gli artisti ospiti.

Potrebbero interessarti anche...