Alla scoperta di Marsaux, il rap al femminile della Gen Z made in Grecia

Il nome nuovo del rap crossover greco si chiama Marseaux ed ha 21 anni. Lanciata da TikTok, dove ha pubblicato alcuni stralci delle sue cose, in breve tempo si è affacciata alla scena mainstream ed in questi mesi sta girando “Xairetismous”, il singolo che la vede duettare col rapper connazionale Stavento, compagno di Ivi Adamou e nome prominente da un ventennio della scena musicale ellenofona.

Straziata dalla perdita della madre quando aveva ancora 17 anni, nei suoi testi c’è il racconto del mondo con gli occhi della Gen Z e tanto girl power.  Denisa-Lydia Bayraktari – questo il suo nome all’anagrafe -parla di sè stessa, della difficoltà di accettare il suo corpo (in “Polyethilenio“, parla proprio del suo seno importante e dei commenti degli haters) e della psicoterapia a cui si è sottoposta proprio per superare la perdita della genitrice, con la quale pure aveva avuto lunghe discussioni.

“Vodka Vyssino” è il singolo che lo scorso anno l’ha fatta conoscere, passando per una etichetta indipendente, diventando la più giovane artista greca a partecipare alla campagna globale di promozione di Spotify, con l’onore di vedere la sua faccia sul celebre grattacielo di Time Square. Altra collaborazione importante per lei quella col rapper e producer Solmeister: “Prepei na figi” merita un ascolto.

Potrebbero interessarti anche...