Non solo “T’appartengo”: il 2022 anno dei primati di ritorno grazie alla tv ed a TikTok

Inutile nasconderlo: il 2022 è’ stata un’annata d’oro per tante canzoni del passato che sono state rilanciate in classifica da apparizioni televisive o social, che le hanno incredibilmente riportate ai vertici delle classifiche – ufficiali, digitali o dello streaming – permettendone la scoperta anche alle generazioni attuali che probabilmente non ne sapevano nemmeno della loro esistenza.

Ambra Angiolini- T’appartengo

Il primo posto nelle charts di iTunes di “T’appartengo” di Ambra Angiolini subito dopo l’esibizione ad X Factor, che ricordava anche nel look quella iconica del 1994 non è ovviamente un caso visto che la canzone è un inno generazionale. Tanti di noi, compreso chi scrive, erano adolescenti ai tempi di “Non è la Rai”, sono cresciuti col programma iconico di Canale 5 e quasi tutti fra noi conosciamo a memoria le parole di questo brano. Fra di noi, diciamocelo amici, c’è chi l’ha cantata a squarciagola. E chi mente.

Immediatamente, ci è sembrato di fare un tuffo all’indietro ai tempi più belli e spensierati ed è per questo che quando abbiamo visto Ambra ricomparire sul palco per cantare quel brano che da solo ha fatto vendere 370.000 copie all’album (3 dischi di platino), abbiamo fatto fatica a contenere l’emozione. Il potere di una canzone, ma anche di un programma che in fondo, era l’antesignano di TikTok: famosi per 15 minuti, senza fare niente di impegnativo. E in fondo, ci piaceva anche per questo.

Kate Bush- Running up that hill

Il potere di Netflix ha invece fatto schizzare in testa alle classifiche, in questo 2022, “Running up that hill”, un pezzo del 1985 nemmeno fra i migliori – sicuramente non fra i più fortunati – della carriera di Kate Bush che si è ritrovata di nuovo prima in mezzo mondo grazie alla serie Stranger things che l’ha inserita nella colonna sonora. Contenuta nell’album “Hounds of Love” il brano è riuscito a spodestare persino “As It Was di Harry Styles” dalle classifiche britanniche. E chissà, magari a qualche millennial sarà venuta voglia di andare a scoprire la produzione di questa artista icona degli anni ’70 ed ’80’

 

Metallica- Master of Puppets

Lo stesso destino, ovvero una rinnovata popolarità, è toccato a “Master of puppets” dei Metallica, brano del 1986 che già allora ebbe un enorme successo ma che adesso è tornato, sempre grazie a Stranger Things, nell’airplay e negli streaming di mezzo mondo. La particolarità di questa serie è quella di usare la musica non solo come colonna sonora ma anche come parte della trama.

Glass Animals- Heat Waves

La curiosa storia di “Heat Waves” dei misconosciuti britannici Glass Animals l’avevamo raccontata al momento dell’uscita del pezzo, ovvero nel 2020, quando schizzò in testa alle classifiche di mezzo Mondo grazie ad un videogames, rimanendovi per diversi mesi. Oggi il brano è tornato di nuovo in testa alle classifiche grazie all’inconsapevole utilizzo su TikTok come colonna sonora dei video, da numerosi creators.

 

 

Tom Odell- Another love

Ancora più incredibile il ritorno in testa alle classifiche di “Another love”, primo e sin qui unico successo del cantautore britannico Tom Odell, ormai datato 2012. Allora fu un successone: 8 milioni di copie in giro per il Mondo e primati vari. Una hit alla quale però non hanno seguito ulteriori successi. All’improvviso, qualche settimana fa, il brano è però tornato in testa alle classifiche.

Il motivo? E’ legato alla guerra in Ucraina che alla protesta delle donne iraniane scese in strada e nelle piazze per manifestare contro la polizia morale per la morte di Mahsa Amini, la ragazza arrestata a Teheran dall’unità speciale di polizia che vigila sul rispetto del rigido codice di abbigliamento imposto alle donne, obbligate a portare il velo. Ebbene, la canzone è tornata in auge grazie a TikTok – ancora – perchè molte ragazze l’hanno usata come musica nei video dove si tagliavano i capelli, a sostegno della protesta.

Il perchè della scelta del brano? Ancora i social. Precisamente il video postato dallo stesso Odell su Instagram quando lo scorso marzo, ha suonato la canzone in un atrio della stazione ferroviaria di Bucarest per i profughi ucraini, per un’iniziativa di un’organizzazione umanitaria.

 

Emanuele Lombardini

Giornalista, ternano, cattolico, cittadino d'Europa, sinceramente Liberaldemocratico. Già speaker radiofonico. Ha scritto e scrive di cronaca, sport, economia e sociale per giornali nazionali e locali per vivere; scrive di musica su siti e blog per sopravvivere.

Potrebbero interessarti anche...