Silvia Cecchetti trionfa a New York, seconda Selene Capitanucci

A volte ritornano. Ve la ricordate Silvia Cecchetti? Nel 1994 prese parte al Festival di Sanremo, col brano Il mondo dove va” nella sezione Nuove Proposte e nello stesso anno prese parte alla versione Mediaset della rassegna, il Festival Italiano che ebbe vita breve, col brano “Come un Leopardo”. Ebbene, a 44 anni, giusto 20 anni dopo quella sua  doppia partecipazione, la cantante romana torna in auge.

Silvia Cecchetti

Ha vinto infatti il Festival della Canzone Italiana di New York, che si è svolto al Christ The King Center di New York con il brano “L’amore può”. Un bel rilancio per la cantante, che ha preceduto una giovane nota a questo sito, ovvero la perugina Selene Capitanucci, già più volte premiata alla rassegna Saremo al C’entro in gara con “Poesia d’autore”. Terzo posto per Norma Imbriano col brano “Oltre me”. Il Festival, organizzato dall’Associazione Culturale Italiana di New York presieduta da Tony Di Piazza, mette a confronto cantanti provenienti dall’Italia con quelli italiani residenti all’estero.

Undici gli artisti in gara: fra questi anche  il mitico Ruggiero de “I Timidi”, parodia degli artisti anni 60 portata in scena dall’attore – ma anche cantante – Andrea Sambucco, lanciato da Radio Deejay e  recentemente uscito anche con una serie di singoli. Gli altri artisti in concorso erano Angel Graffe, Micheal Castaldo,  Rosa Chiodo, Chiara Iovine, Luca Forza, Tania Polla e Salvatore & Teo Zuzze.

Selene Capitanucci

A decretare la vincitrice è stata una giuria composta da  Patty Pravo, Frankie HI-NRG, Massimo Di Cataldo, il maestro Federico Longo e l’attore della soap “Un posto al sole” Riccardo Polizzy Carbonelli. Un altro volto noto della citata soap, Patrizio Rispo, ha condotto l’evento insieme a Francesca Alderisi. La manifestazione è stata ripresa dalle telecamere di Rai Italia, il canale internazionale della Rai visibile nei quattro continenti (Europa esclusa) e presto sarà mandato in onda in tutto il mondo.