“La cucina giapponese”, riecco Matteo Becucci

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=_RLMnpVgYWE&feature=player_embedded]

Salutiamo con piacere il ritorno nei negozi di dischi di uno dei cantanti migliori che la scena dei talent show abbia sfornato, ovvero Matteo Becucci. Il 41 enne vincitore della seconda edizione del programma  Factor, dopo il successo del primo album (disco d’oro)  è incappato in un pò di situazioni negative, come due tentativi falliti di approdare al Festival di Sanremo. Adesso esce “Matteo Becucci”, il terzo lavoro (secondo album, il primo fu in realtà un EP, quello che vinse il d’oro), tutto di inediti.

Il lavoro, che vede la collaborazione è accompagnato da questo bel singolo che vi proponiamo, “La cucina giapponese“, che nel video ci rilancia anche la presenza di un’altra cantante figlia dei talent show, quella Giulia Ottonello protagonista e vincitrice di Amici nella seconda edizione, quando ancora era un programma serio. Fra gli autori che hanno collaborato con lui Mario Venuti, Kaballà, Pier Cortese, Luca Chiaravalli e Massimo Greco.

Potrebbero interessarti anche...

Nessuna risposta

  1. Nevik ha detto:

    Un cd bellissimo, pezzi molto molto belli con testi che se presi da soli sono delle autentiche poesie, e la voce di Matteo……che dire……ti prende l’anima <3

  2. Jack ha detto:

    Adoro qsto Artista cn la A maiuscola!! Davvero uno dei migliori (x me assolutamente il migliore!) cantanti usciti da un Talent… ke ancora nn riesce a sfondare, malgrado il suo enorme talento,…. SanRemo x ben 2 volte gli ha sbattuto la porta in faccia ..ma sappiamo ke x andare a SanRemo nn basta certo essere bravssimi..ci vuole ben altro.. certo nn il talento..basta vedere ke razza di gente (e cn ke canzoni) è salita su quel palco!! Il CD di Matteo BECUCCI è splendido.. lo ascolto in continuazione….. un bellissimo lavoro .. grande Matteo!!!! Grazie di esistere!!! ^______^

  3. Paola Bellucci ha detto:

    tratta dal disco “Matteo Becucci” il sound è veramente nuovo e raffinato. E questo è uno dei brani forse più “energici”, radiofonici, ma tutti gli altri brani sono fors’anche più interessanti e comunque molto intensi. La voce cristallina e raffinata di Matteo ne fa un insieme di classe e veramente lontano dall’appellativo di cantante melodico e tradizionale di cui ormai è un vago ricordo il tentativo xfactoriano di alcuni opinionisti di affibbiargliene la caratteristica.

  1. 12 Maggio 2011

    […] “La cucina giapponese”, riecco Matteo Becucci Scritto da cdlibridvd Fonte: Dove c'è musica […]

  2. 9 Luglio 2013

    […] show. Dopo l’ultimo lavoro che portava il suo nome e che era stata anticipata dal singolo “La cucina giapponese”, […]