Rockol Awards, premiazioni al Fabrique. Ecco tutti i vincitori

Parliamo dei Rockol Awards, gli Oscar musicali italiani ed internazionali assegnati dalla prestigiosa testata on line. Perchè ne parliamo? Anzitutto, perchè noi tutti giornalisti musicali siamo doverosamente debitori a Franco Zanetti, direttore e fondatore di questo prestigioso media, sempre puntuale  e mai sopra le righe e poi perchè quest’anno ho avuto l’onore di essere parte dei 300 giornalisti, critici e professionisti della comunicazione musicale (molti  prestigiosissimi) e da una giuria popolare composta dai lettori di Rockol che hanno scelto le migliori produzioni dell’anno solare.

Le premiazioni si sono svolte ieri sera al Fabrique di Milano. La serata, presentata da Silvia Santalmassi, ha visto Bruce Springsteen aggiudicarsi il maggior numero di premi: il Boss ha infatti sbaragliato la concorrenza nella categoria “miglior live internazionale”, dove ha vinto sia il premio della critica che della giuria popolare, ricevendo anche il premio speciale “BigliettOne D’Oro Internazionale” assegnato da Ticketone al live show straniero di maggior successo al botteghino nel 2016. Il “BigliettOne D’Oro Italiano” è invece andato ai Pooh – che hanno ritirato personalmente il premio – per il “Reunion tour” conclusosi lo scorso 30 dicembre a Bologna. La Targa Speciale Ticketone è andata al musical “Notre Dame de Paris”, uno degli show di maggior successo della passata stagione che verrà replicato anche nel 2017 nei principali palazzetti italiani e che nella serata è stato rappresentato con un mini-showcase.

Pooh
Ottima anche la prestazione di David Bowie: il compianto Thin White Duke, con il suo ultimo album, “Blackstar”, ha raccolto i consensi sia di critica che di pubblico nella categoria “miglior album internazionale”, aggiudicandosi due Awards, e venendo premiato da Andy dei Bluvertigo. Sul versante italiano, “La rivoluzione sta arrivando tour” dei Negramaro si è aggiudicato il premio del pubblico nella categoria “Miglior tour italiano”, mentre Jovanotti ha conquistato l’Award equivalente assegnato dalla giuria tecnica per il suo “Lorenzo tour”.

Marco Mengoni, con “Le cose che non ho”, si è aggiudicato il premio nella categoria “Miglior disco italiano” secondo il giudizio della Rete: nella stessa categoria, la giuria tecnica ha premiato Niccolò Fabi per “Una somma di piccole cose”. Ai Thegiornalisti, esibitisi anche dal vivo, sul finire della serata, è stata assegnato il premio speciale “Artista rivelazione dell’anno”.

You May Also Like