TIM Music Awards: trionfo dei The Kolors, il racconto della seconda serata

È andata in onda su Rai 1 la seconda serata dei TIM Music Awards, in differita di un giorno per dare spazio alla finale degli europei di pallavolo. L’evento, condotto da Carlo Conti e Vanessa Incontrada, è andato in scena nella serata di ieri all’Arena di Verona.

Ad aprire la serata ci ha pensato Il Volo, con una cover davvero unica di “Hallelujah” di Leonard Cohen. Il trio composto dai tenori Piero Barone e Ignazio Boschetto e dal baritono Gianluca Ginoble festeggia i 15 anni di carriera. Da un trio a un duo, salgono sul palco gli idoli dei bambini Sofì e Luì meglio noti come Me Contro Te, che ricevono il premio live oro.

Finalmente si parte sul serio, con Rose Villain che canta “Cartoni animati”, “Fantasmi” e “Michelle Pfeiffer”. Un premio per lei. Sale dunque sul palco Shiva con “Non lo sai”, “Un milione di volte” e “Syrup”, riceve quattro premi e viene premiato anche il DJ Finesse che lo accompagna.

Venerdì è uscito un nuovo brano, dal titolo “Fino al giorno nuovo”: ce lo presentano i Negramaro e Fabri Fibra, per la prima volta dal vivo. A seguire, dopo la pubblicità, è il momento dei Pinguini Tattici Nucleari, che cantano “Rubami la notte” lanciando palloni tra il pubblico (proprio come al loro concerto), poi “Giovani wannabe”. Ricevono ben 6 premi, tra cui il premio speciale diamante per il live dell’anno e il premio Earone per i brani più ascoltati nelle radio.

A seguire è il momento della meraviglia targata Elisa, accompagnata dal maestro Dardust. La straordinaria cantautrice esegue “Dancing” ed è acclamata dal pubblico a gran voce. Riceve il premio oro live, ma prima di andare via regala un’altra canzone: “L’anima vola”. Letteralmente di un altro pianeta.

Arriva quindi il momento di Gigi D’Alessio che, al pianoforte, esegue un medley con “Non dirgli mai”, “Un nuovo bacio”, “Non mollare mai”, a seguire lascia il pianoforte e canta “Una magica storia d’amore”. Dopo il cantautore partenopeo tornano i tre ragazzi de Il Volo con un omaggio a Mia Martini, “Almeno tu nell’universo”, quindi “Angels” di Robbie Williams e un accenno di “E lucevan le stelle”, finale della Tosca, eseguito solo da Piero Barone. Dulcis in fundo, “Grande amore”, brano con cui nel 2015 hanno vinto Sanremo e chiuso terzi all’Eurovision a Vienna. Premio Arena di Verona per loro.

Sale dunque sul palco Giorgia, fresca di ritorno a Sanremo, proprio con il singolo sanremese “Parole dette male” e con i suoi successi “Il mio giorno migliore” e “Oronero”. Riceve il premio speciale SIAE, che consiste in una lamina d’oro con la trascrizione del suo successo “E poi”.

È quindi il turno di una delle regine del pop, Elodie, con “Ok, respira” e poi il singolo sanremese “Due” (anche se, questa volta, non c’era Carolina Bubbico a dirigere l’orchestra e a cantare i cori). Ancora Sanremo, arriva Mr. Rain con “Supereroi” accompagnato dall’immancabile coro di bambini. Sempre dall’Ariston, arriva Lazza che canta “Piove” e la hit sanremese “Cenere”. Sfilza di premi per chi è passato quest’anno dal Festival della Canzone Italiana.

Dopo un’incursione di Antonella Clerici, tornano sul palco i Negramaro con “La prima volta”, “Estate”, “Nuvole e lenzuola” e “Parlami d’amore”. Ovviamente anche loro ricevono dei premi, compreso quello per il live oro. A seguire un’artista (figlia d’arte, di Laura Valente e Pino Mango) che dalla scuola di Amici ha spiccato il volo: Angelina Mango, con “Ci pensiamo domani” e “Voglia di vivere”. Due premi per lei.

Tre donne, tre amiche, tre artiste per sensibilizzare e dire basta alla violenza sulle donne: Fiorella Mannoia, Alessandra Amoroso e Annalisa cantano “Combattente”. Con questo brano le tre combattenti presentano la seconda edizione di “Una, nessuna, centomila” che sarà in diretta su Rai 2. Fiorella Mannoia riceve il premio Arena di Verona Diva e continua a cantare, accompagnata dal maestro Danilo Rea, “Insieme” di Mina.

Dopo Alessandro Siani, che riceve il premio per il suo spettacolo, sale sul palco Big Fish per festeggiare i 50 anni dalla nascita dell’hip hop e per dirigere l’orchestra con la quale si esibisce Fabri Fibra, che esegue “Applausi per Fibra”, “In Italia” (con la voce registrata di Gianna Nannini) e “Stavo pensando a te”. Arrivano tre premi: uno per Fibra, uno per Big Fish e uno per Paola Zukar, la storica manager e caposaldo dell’ambiente rap, urban e hip hop.

A seguire salgono sul palco i The Kolors con quello che è il vero tormentone dell’estate, “Italodisco”. Il pubblico in Arena di Verona canta in visibilio, è un ritorno trionfale per la band vincitrice di Amici 14 che ha inciso anche la versione inglese del tormentone, il cui testo è stato scritto da Gary Go. Ricevono il premio per “Italodisco”, il premio Earone per la prima posizione in classifica Earplay e il premio Tim Summer Hits per il tormentone estivo consegnato dalla conduttrice Andrea Delogu.

Entra dunque in scena Achille Lauro che riparte dagli esordi con “Thoiry”, poi il suo primo Sanremo con “Rolls Royce” e ancora “Bam bam twist”. Al rientro dalla pubblicità salgono sul palco Carolina Di Domenico e Nek per presentare l’appuntamento del 20 settembre su Rai 2, quindi Nek rimane sul palco dove lo raggiunge Francesco Renga per cantare “Inspiegabile”.

Il grande successo di Mare Fuori porta sul palco Clara, che canta “Origami all’alba” insieme a Matteo Paolillo. Clara scende dal palco, rimane Matteo Paolillo che canta “O mar for”. Un premio per loro. A seguire si torna a Sanremo con Rosa Chemical e la sua “Made in Italy”, brano per cui riceve un premio. Arriva quindi Rocco Hunt con “Non litighiamo più”, anche lui premiato. Sale dunque Rhove con “Pelè”, “Shakerando” e “Ancora”, inutile dire che anche lui riceve un premio.

Con il videoclip di “Durare” di Laura Pausini dunque si chiude anche la seconda serata dei TIM Music Awards 2023.

You May Also Like