Arriva “Gallery”, l’album delle Elaiza, il nuovo fenomeno tedesco

elaizaLa loro qualificazione clamorosa all’Eurovision Song Contest 2014 in quota Germania da perfette sconosciute ha indubbiamente lasciato il segno e adesso le Elaiza (con l’accento sulla I)  si preparano al lancio continentale con la consapevolezza di poter fare benissimo sul più grande palco d’Europa. Intanto però la loro favola continua: dopo la vittoria nel concerto che metteva in palio una wild card fra gli esordienti per la finale e appunto quella nella finale  nazionale stessa, dove hanno battuto fra gli altri gente come Unheilig, Santiano e Oceana, la loro “Is it right?” ha conquistato in sequenza il secondo posto su ITunes in Europa e il quarto assoluto in Germania.

Oltre ad essere entrata in classifica in Austria e in diversi altri paesi. Adesso esce “Gallery”, il nuovo album che poi è il secondo della band dopo “March 28”, uscito nel 2013 sotto etichetta Berliner Meister Schallplatte (ascoltate in proposito “Dont’ love you”, una delle tracce) e con una tecnica direct-to disc che elimina il master e incide direttamente in digitale i suoni dal microfono.

Questo nuovo album esce invece sotto l’etichetta Heart of Berlin, del gruppo Musicstarter, una realtà indipendente per artisti emergenti. Il lavoro conterrà i due brani della finale nazionale, quello trionfatore e “Fight against myself”  che insieme a  Withoutfacevano parte dell’EP uscito in occasione della preselezione, nel mese di gennaio. Singoli entrati tutti e tre in classifica.

E chissà se la loro favola ora scriverà anche un nuovo capitolo in termini di successo nella rassegna. Di sicuro, non solo il mondo germanofono guarda a loro, visto che la frontwoman del trio al femminile, Elzbieta Steinmetz, appena 22 anni ha origini polacche e ucraine.La sensazione, a sentirle, è che abbiano davvero tutte le carte in regola per sfondare anche a livello discografico: la loro proposta che prevede uso moderatissimo di pianoforte e batteria e largo di strumenti come clavicembalo, tromba e contrabbasso è sicuramente qualcosa di nuovo in questo genere sospeso fra il folk e il pop. E chissà che una major non si accorga di loro.

You May Also Like