Le canzoni che non sentiremo all’Eurovision 2024: “El temps” di Roger Padrós

C’erano tutte le carte in regola per entrare nel libro dei record come il primo artista spagnolo a presentare all’Eurovision un brano in catalano, ma nonostante le attese e la qualità della proposta, Rogewe Padrós è arrivato soltanto quinto nella semifinale del Benidorm Fest con la sua “El temps” e quindi non potrà più giocarsi il biglietto per la Svezia.

Il catalano manca dal 2009 e all’Eurovision è stato portato esclusivamente da Andorra, dove è lingua nazionale insieme al francese (ultimo brano “La teva decisiò” di Susanne Georgi, ultimo brano completamente in catalano “Sense tu” di Jenny nel 2006) e sarebbe stato sicuramente un traguardo importante, anche vista la questione dell’indipendentismo tuttora aperta.

Padrós è uno dei tanti artisti usciti da The Voice, cui ha preso parte nel 2019. Dopo di quella partecipazione sono arrivati un Ep e il primo album del 2022 “La Vida és Millor” con brani in spagnolo e catalano il cui brano di punta “Digue’m” ha superato le 275.000 riproduzioni su Spotity. Nel 2023 è uscito un singolo dal titolo ” El Món” che anticipa il nuovo lavoro. Nel complesso il suo è un pop di ottima fattura, molto radiofonico, in lingua catalana, a testimonianza di una vitalità musicale della scena in questo idioma, spesso ospitato su queste colonne.

You May Also Like