Prende forma il Sanremo 2025 targato Conti: meno canzoni e gara a parte per i Giovani

Doppia gara per Nuove Proposte e Big, senza eliminazioni; stop alle maratone e spazio a serate più snelle, con il ritorno del Dopofestival: Carlo Conti sta iniziando a disegnare il suo prossimo Sanremo e annuncia le prime novità al microfono di Giorgia Cardinaletti, ospite di Tg1 Mattina Estate.

Sarebbe assurdo buttare tutto all’aria, quindi non ci saranno stravolgimenti. Ho fatto qualche piccola modifica. Posso dire che tornerà la suddivisione tra Nuove Proposte e Big e chi vincerà tra i Giovani non si aggiungerà all’elenco dei Big. Non ci saranno eliminazioni perché sono anacronistiche. Sento molto la responsabilità da direttore artistico, il resto è contorno e le canzoni sono la bistecca.

Questi i primi annunci del nuovo direttore artistico del Festival di Sanremo. Un chiaro ritorno al passato che non sta raccogliendo consensi tra il pubblico, soprattutto in relazione al fatto che degli ultimi vincitori delle nuove proposte non si è quasi saputo più nulla.

Ma la restaurazione non finisce qui: Ci saranno meno canzoni in gara e le serate dureranno meno:quest’anno finiranno al massimo all’1: per questo motivo, infatti, torna il Dopofestival, la cui ultima edizione è andata in onda nel 2020. L’evento dovrebbe essere affidato ad Alessandro Cattelan, forse anche co-conduttore di una serata.

Rimane invece, come anche nelle 5 edizioni di Amadeus e nelle precedenti 3 di Carlo Conti, la serata cover, che però non sappiamo ancora se avrà valore ai fini della classifica. Su questo Conti non si è ancora pronunciato.

Potrebbero interessarti anche...