TIM Music Awards 2023: il mini-concerto di Mengoni salva la prima serata

È andata in scena la prima serata dei TIM Music Awards 2023, il tradizionale appuntamento dall’Arena di Verona in onda su Rai 1 con la conduzione di Carlo Conti e Vanessa Incontrada.

Ad aprire la serata ci ha pensato Max Pezzali, reduce dal successo del suo Circo Max, con “Hanno ucciso l’Uomo Ragno”. Spazio poi al “re dell’urban italiano” (parole di Carlo Conti): Geolier esegue “Money” e a seguire “Come vuoi”, ritirando ben 4 premi. Da un rapper a un altro, dopo Geolier arriva Tedua con “Hoe”, “Malamente” e “Red Light”, sono due i premi per lui.

Arriva il turno di Gue e Anna con “Cookies n’ cream”, che ricevono 4 premi. Poi via Gue, Anna rimane e la raggiunge Ava: è il momento di “Vetri neri”, premiata con 3 “microfoni” (i premi hanno la forma di un microfono). A seguire viene appesa una mirror ball per dare spazio a Biagio Antonacci con il noto DJ Benny Benassi, che eseguono la loro “Tridimensionale”. Il cantautore ha perso la voce da anni, ma il brano non è male. Benny Benassi poi ne fa un mashup con la sua “Satisfaction”.

Al rientro dalla pubblicità, finita l’anteprima, si parte con Marco Mengoni che canta “Due Vite”, brano con cui ha trionfato a Sanremo e chiuso quarto all’Eurovision Song Contest, proprio nella versione da 3 minuti portata sul palco della MS&AD Bank Arena di Liverpool, seguita da “Guerriero”, “Mi fiderò” (brano eseguito anche a Eurovision: A Little Bit More) e “Io ti aspetto”. Un autentico mini-concerto, versione breve del suo tour negli stadi (qui il nostro racconto della tappa barese). Sono 4 i premi per lui.

A seguire due artisti che hanno fatto la storia della musica italiana: con “Generale” e “Ricordati di me” salgono sul palco dell’Arena di Verona Antonello Venditti e Francesco De Gregori. Curiosa la scena con De Gregori che, all’inizio di “Ricordati di me”, ha rifiutato una chitarra che un tecnico gli stava porgendo, indicando qualcuno o qualcosa nel backstage e rimanendoci male quando il tecnico l’ha portata via. I due cantautori ricevono un premio per il loro tour.

Da due cantautori che hanno fatto la storia a un giovane che la storia la sta ancora scrivendo: fresco di Sanremo, Tananai canta “Baby Goddamn”, “Abissale”, “Un altro mondo” e il brano sanremese “Tango”. Riceve anche lui 4 premi, che cede alla mamma e alla sorella che sono tra il pubblico in Arena.

A seguire una band di “amici per sempre” che si è riunita per l’ennesima volta: i Pooh, che eseguono “Pensiero” e “Chi fermerà la musica”. Ricevono il premio speciale Arena di Verona “Diva” e il premio speciale SIAE, che ricorda il deposito di “Parsifal”. Dopo le premiazioni però la band esegue il brano che nel 1990 ha dato la vittoria al Festival di Sanremo, “Uomini soli”. L’esibizione è tragica, piena di imprecisioni vocali e peggiorata dai microfoni mal funzionanti.

Facendo cantare il pubblico, i due conduttori ricordano Franco Migliacci che è scomparso oggi ed estendono il ricordo a Toto Cutugno, che proprio nel 1990 vinse l’Eurovision con “Insieme: 1992” grazie alla rinuncia dei Pooh. Arriva però il momento di far tornare sul palco Biagio Antonacci sulle note di “Non ci facciamo compagnia”, “Buongiorno bell’anima” e “Se io, se lei”. Premio per il live “Oro” per lui.

Sale dunque sul palco l’artista italiana più premiata al mondo, la regina della musica italiana nel mondo, Laura Pausini che canta “Il primo passo sulla luna” e riceve due premi speciali: il premio per l’artista più ascoltata al mondo su Spotify e il premio speciale anniversary per la carriera. Al rientro dalla pubblicità l’artista di Solarolo esegue in anteprima il suo ultimo singolo “Durare”.

Carlo Conti chiama sul palco Amadeus, che promuove la prossima edizione di Arena Suzuki e riceve il premio speciale FIMI da Enzo Mazza, CEO di FIMI che lo paragona al due volte campione del mondo di F1 Max Verstappen perché “fa gara a sé”. Il premio ovviamente è per i successi che Amadeus ha selezionato a Sanremo.

Con la gag della kiss cam, la telecamera che fa baciare il pubblico, torna sul palco Max Pezzali che canta il successo degli 883 “Come mai”. A seguire è il momento di un altro ritorno: Marco Mengoni, dopo il mini-concerto, canta la sua hit estiva “Pazza musica”. Ovviamente lo raggiunge sul palco Elodie, andando a formare una coppia a dir poco esplosiva. Premi speciali cinematografici per loro: Marco Mengoni ha vinto un Nastro d’Argento ed Elodie un David di Donatello.

Da una regina dell’estate all’altra: via Elodie, arriva Annalisa con il suo ultimo singolo “Ragazza sola”, seguita dalle hit “Bellissima” e “Mon amour”. Poco da dire, Annalisa il palcoscenico se lo mangia letteralmente. Riceve tre premi per i singoli “Mon amour”, “Bellissima” e “Disco paradise”.

Hanno collaborato con Annalisa e Fedez in “Disco paradise”, ma prima hanno fatto la storia dell’hip-hop italiano: gli Articolo 31 salgono sul palco dell’Arena di Verona con “Tranqi Funky”, poi Marco The Hammer Arata fa un’intro inconfondibile alla chitarra ed è il momento di “Italiano medio” (e tutti alzano il dito medio al cielo), quindi la storia continua con “Domani smetto”. Sono due i premi per loro: quello per i live e quello per “Disco paradise”.

Dopo un’incursione di Enrico Brignano, che riceve il premio per il live, arriva il turno di Madame che canta il singolo sanremese “Il bene nel male” e a seguire la hit estiva “Aranciata”. Per lei due premi, per l’album “L’amore” e per il singolo “Il bene nel male”.

È il momento di assegnare il premio per la band emergente che ha partecipato al concorso, gli Isoladellerose, che hanno anche vinto il programma “The band” condotto proprio da Carlo Conti. Si esibiranno il 20 settembre nella serata in onda su Rai 2 con la conduzione di Nek e Carolina Di Domenico.

Al termine dello stacco pubblicitario e dopo il TG1 sale sul palco Salmo, con la solita cover di “Diavolo in me” di Zucchero e poi la sua “Marla”. Una performance a dir poco tremenda, molto al di sotto dei suoi standard. È premio live oro per lui. A seguire arriva Bresh con “Altamente mia” e poi “Guasto d’amore”, brano che gli consegna il premio.

Dopo un saluto di Alessandro Cattelan, che presenta il suo programma e il suo spettacolo in teatro (ed è il quarto ospite “eurovisivo”, avendo condotto l’ESC 2022 insieme a Laura Pausini e Mika, che si unisce appunto alla cantautrice di Solarolo, al due volte rappresentante Marco Mengoni e a Benny Benassi, ospite a Torino nell’interval act), è il momento del musical Grease che riceve il premio live oro (per la Compagnia della Rancia).

Sale dunque sul palco Emis Killa, con i suoi singoli “On fire” e “Rollercoaster”, che riceve il premio per l’album “Effetto notte”, e per chiudere direttamente da Amici è il momento di Alex Wyse con “Mano ferma”, che riceve il premio per l’album “Ciò che abbiamo dentro”. Finisce dunque così la prima serata dei TIM Music Awards 2023, la seconda avrà luogo domani ma andrà in onda su Rai 1 domenica per lasciare spazio alla partita.

You May Also Like